×

Omicidio Colturani, in manette la colf e due complici

Condividi su Facebook

Tre persone sono state arrestate la scorsa notte in merito all'omicidio di Marzio Colturani, il medico milanese ucciso il 13 novembre scorso, dopo una rapina nella sua abitazione.

In carcere sono finiti la colf della famiglia, Tatiana Mitrean, la madre e il fidanzato della ragazza, un cittadino ucraino di cui non state ancora rese note le generalità.

La giovane dipendente della famiglia Colturani era stata da subito interrogata dagli inquirenti come persona informata dei fatti e già si pensava che tra il suo giro di amicizie poteva nascondersi il colpevole. Invece, nella notte, la svolta. I carabinieri del comando provinciale di Milano hanno eseguito diverse perquisizioni tra il capoluogo Lombardo e Varese, portando in commissariato diverse persone, quasi tutte di origine moldava e delle quali si stanno ancora verificando le posizioni, e arrestando i tre maggiori indiziati.

Dopo mesi di indagini, finalmente i colpevoli hanno un volto e il figlio maggiore del medico, Matteo Colturani quasi se lo aspettava. «Non avevo dubbi che ci fosse di mezzo la colf, l'avevo pensato sin dal primo momento», ha dichiarato dopo aver appreso la notizia dell'arresto. A quanto pare l'episodio di novembre è stato solo il tragico apice di una serie di furti che la donna avrebbe compiuto nell'appartamento di via Comerio, sotto pressione della madre.

La ragazza era incinta e sarebbe stata spinta a sottrarre un anello di valore, un servizio d'argento e altri oggetti economicamente rilevanti.

Le accuse per i tre arrestati sono di concorso in rapina e omicidio volontario. Anche una quarta persona, accusata di favoreggiamento, è stata trattenuta per ordine del gip Paolo Ielo e su richiesta del Procuratore aggiunto Alberto Nobili e del pm Bruna Albertini, su tratta di un altro ucraino, Leonid Malusz.

Sono ancora tanti i punti da chiarire, innanzitutto perchè è stata uccisa la vittima dopo la rapina e poi c'è da capire perchè la refurtiva fu abbandonata subito dopo il fatto in un parco a Settimo Milanese.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche