×

Intervista col disabile: vademecum fra cime e crepacci della disabilità: gli autori presentano il libro alla Libreria dello Sport

Condividi su Facebook

Un libro, finalmente, che vuole informare il lettore in maniera chiara e non superficiale sul che cosa sia oggi la disabilità nel nostro Paese. In Italia, purtroppo, non esistono soltanto le barriere architettoniche a rendere difficile, o più difficile,  la vita di un disabile, c'è anche l'inaccessibilità mentale che si interpone tra gli "ordinari" – come ci definisce Antonio G.

Malafarina – e gli straordinari, i disabili, cha hanno caratteriatiche uniche grazie alle quali riescono a vivere serenamente, nonostante tutti i problemi che li circondano.

Altro elemento che emerge tra le righe è che, quando tecnologia e società concorrono perfettamente a svolgere i propri ruoli in materia di disabilità, come nello sport, il disabile riesce a vivere correttamente la propria condizione umana. E' proprio lo sport, con la storia di Oscar Pistorius che sta dando visibilità al mondo dei disabili, non più visti come "malati", ma come esseri umani, che a modo loro possono fare e posso dare qualcosa in più.

Lo sport è pieno di esempi come quello di Pistorius, esempi che bisognerebbe esportare anche a tutte le altre sfere della quotidianità.

Allora sentiamo i due autori, Antonio G. Malafarina e Minnie Luongo, come hanno vissuto quest'avventura 

Per completare la panoramica sul fenomeno, il libro contiene una rassegna di contributi di personaggi autorevoli, oltre alla presentazione di Candido Cannavò, che raccontano la disabilità dal loro punto di vista: Gae Aulenti, Franco Bomprezzi, Paola Bucciarelli, Flavio Caroli, Dario Cassini, Davide Cervellin, Franco Di Mare, Pino Farinotti, Aldo Grasso, Ladri di Carrozzelle, Angelo Mantovani, Walter Passerini, Adriano Pessina, Giuseppe Remuzzi, Marco Rossi, Angelo Vescovi.

Capitolo focale un'intervista a Luca Pancalli, vicepresidente CONI, presidente Comitato Italiano Paralimpico e segretario del Comitato Paralimpico Europeo. Ogni capitolo è introdotto da una vignetta di Emilio Giannelli, che ha anche disegnato la copertina.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche