×

Allarme smog a Milano: 50 mila bambini con asma e allergie respiratorie

Condividi su Facebook

Cinquantamila bambini milanesi soffrono di asma e allergie respiratorie. Che diventano trecentomila se si allarga l'analisi a tutta la Lombardia. La causa principale che scatena queste malattie nella fascia d'età fino ai 14 anni è lo smog.

E' facile quindi immaginare perchè Milano sia in testa alla "classifica nera", le polveri sottili che vagano nell'aria della città, costantemente al di sopra della soglia di allarme, attaccano principalmente i più piccoli e i ricoveri in ospedale ne sono la prova lampante.

La tosse cronica è il primo campanello di allarme per i genitori che corrono al pronto soccorso preoccupati e scoprono che il proprio piccolo è affetto da bronchite, asma, allergie e così via, tutte diagnosi curabili, certo, ma la qualità della vita di un bambino dovrebbe essere nettamente più alta. I pediatri sono unanimi nell'affermare che i dati e i numeri parlano chiaro e raccontano una situazione d'emergenza sulla quale bisogna intervenire con misure cautelative.

Non si può pretendere che tutti portino i propri figli al mare o in montagna ad ogni colpo di tosse, perchè l'inquinamento avvelena i polmoni dei giovani tanto da metterli sullo stesso piano di un fumatore incallito. L'allarme è stato lanciato al IV meeting di allergologia e malattie respiratorie e si basa su ricerche concrete pubblicate anche su illustri riviste del settore.

Una di queste ricerche l'ha portata avanti l'equipe del dottor Alessandro Fiocchi, direttore pediatrico della Macedonio Melloni.

Il dottore e il suo staff hanno monitorato le visite in pronto soccorso di bambini con problemi respiratori tra il 22 dicembre e il 10 gennaio, con risultati sconvolgenti. Quattrocento accessi pre Ecopass e centosettantasei con la prima settimana di introduzione del ticket. Niente di cui vantarsi, sia chiaro. Stiamo parlando di bambini, senza colpe, che mettono a serio rischio la propria salute.

E se da una parte si cerca di prendere decisioni sensate per la vita della prossima generazione, in comune si continua a litigare sull'efficienza o meno dell'Ecopass.

C'è chi parla di sconfitta difficile da digerire e chi annuncia trionfante i dati positivi. Come sempre il giusto sta nel mezzo, qualcosa lentamente sta cambiando, ma le colonnine parlano chiaro, il Pm10 resta ancora sopra i livelli consentiti, è inutile cantare vittoria se ancora non si sono ottenuti risultati sufficienti. 
0 Post correlati Stazione Centrale, attive le tende riscaldate della Protezione civile per i senzatetto Studenti contro il Governo e il Ddl Gelmini, caos anche a Milano: le foto del corteo Scandalo Santa Giulia, niente patteggiamento per Giuseppe Grossi ‘per colpa’ di 50 Rolex Anniversario di Piazza Fontana, contestati Moratti e Podestà: foto del corteo “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche