×

Ecopass, regole ed istruzioni per non impazzire dal 2 gennaio

Condividi su Facebook

Lo sappiamo, dell'ecopass ormai non ne potete/possiamo più (e pensare che ancora non è entrato in vigore). Ve lo abbiamo proposto in tutte le salse, spiegando modalità di utilizzo, di pagamento, e le principali regole da conoscere.

Manca solo il via.

Visto che tutto può essere utile, aggiungiamo alle nostre numerose informazioni anche uno schemino prodotto dal Corriere (Gianni Santucci).

Tutto è utile, quindi vi proponiamo anche questo. 

Dal Corriere:

Quando si parte
L'Ecopass partirà il 2 gennaio 2008 e sarà in vigore dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. Dopo il 15 aprile l'orario sarà anticipato di mezz'ora, dalle 7 alle 19. Non si paga il sabato, la domenica e nei festivi.

Qual è l'area del ticket
L'area Ecopass è quella all'interno della cerchia dei Bastioni. I 43 accessi saranno controllati da una telecamera.

In base a cosa si paga
Il principio dell'Ecopass è: si paga in relazione a quanto inquina la propria auto. Per questo i veicoli sono stati divisi in cinque classi, dalle meno inquinanti (classi I e II, che non pagano) alle più inquinanti (III, IV e V, che pagano 2, 5 o 10 euro).

Chi non paga
Circolazione libera per i veicoli a metano, Gpl, ibridi o elettrici (classe I). Libero accesso anche per la classe II: auto e merci a benzina Euro 3 e 4; auto e merci diesel Euro 4 con filtro antipolveri.

Diesel senza filtro
Gli Euro 4 diesel senza filtro sono esentati dal pagamento per i primi tre mesi. Dopo, se non avranno montato il filtro, dovranno pagare.

Chi paga
I gruppi di auto che pagano sono tre.

Auto e merci a benzina Euro 1 e 2 (classe III): 2 euro al giorno per entrare nei Bastioni. La classe IV (ingresso 5 euro) comprende auto e merci a benzina pre-Euro; auto diesel Euro 1, 2 e 3; merci diesel Euro 3. La classe V (10 euro) comprende: auto diesel pre-Euro; merci diesel pre-Euro, Euro 1 e 2.

Moto e ciclomotori
Tutti esentati. Ma attenzione ai divieti della Regione (spiegati più avanti).

Quale Euro: le classi
Due soluzioni. Si può andare sul sito: www.comune.milano.it/ecopass e, inserendo il proprio numero di targa, sapere a quale classe si appartiene. Altrimenti si può controllare la direttiva indicata sul libretto di circolazione.

Forme di pagamento
Esistono i «gratta e passa» per ingressi singoli; i «gratta e passa» da 20, 50 o 100 euro per più ingressi; pacchetti a prezzi scontati per i primi cento ingressi; abbonamenti per i residenti all'interno della cerchia.

Abbonamenti residenti
Chi ha la residenza dentro i Bastioni può richiedere un abbonamento annuale da 50 euro (classe III), 125 euro (classe IV) e 250 euro (classe V). Può chiedere un abbonamento anche chi, residente fuori dalla cerchia, ha un box «di pertinenza» all'interno.

Ingressi scontati
Chi ritiene di dover entrare spesso nell'area Ecopass può comprare pacchetti di ingressi agevolati. Un abbonamento per i primi 50 ingressi (scontati del 50%) da 50, 125 o 250 euro a seconda della classe. Un abbonamento per i secondi cinquanta ingressi (scontati del 40%) da 60, 150 o 300 euro. Dopo il centesimo ingresso scatta la tariffa piena.

Come si paga
Cinque ipotesi: i «gratta e passa» e i pacchetti di ingressi multipli che si acquistano nelle tabaccherie, edicole, Atm point; sito Internet del Comune alla sezione Ecopass, con carta di credito; numero verde 800.437.437, attivo dalle 7 alle 20, dal lunedì al sabato, con carta di credito; sportelli bancomat di Intesa-San Paolo, da gennaio; Rid bancario.

«Gratta e passa»
Si compra la card e bisogna attivarla il giorno dell'ingresso o entro le 24 del giorno successivo. Si gratta il rettangolo argentato e si scopre il Pin che va comunicato con il numero di targa al numero verde 800.437.437, o al sito del Comune, o con un sms al numero 339.9940437. I pacchetti per ingressi scontati vanno attivati il giorno del primo ingresso.

Ingressi in un giorno
Nel giorno in cui si paga l'Ecopass, si può entrare e uscire dai Bastioni un numero illimitato di volte.

Sanzioni
La multa di base è da 74 euro, ma si può arrivare a 285.

Le deroghe
Trasporto pubblico, taxi, mezzi di forze armate, forze dell'ordine, Asl, ospedali, vigili del fuoco, ambulanze. Veicoli utilizzati per ragioni di servizio. Vigili e agenti delle forze dell'ordine che finiscono il turno durante la notte. Furgoni che trasportano alimenti deperibili. Disabili con contrassegno sull'auto.

L'ordinanza regionale
Le auto a benzina pre-Euro, diesel pre-Euro e Euro 1, i motorini e le moto a due tempi pre-Euro per ora non possono circolare perché bloccati dall'ordinanza antismog della Regione fino al 15 aprile. Potranno richiedere l'Ecopass solo dopo quella data.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche