×

Pacchetto sicurezza targato Moratti: permesso di soggiorno a punti e più poliziotti

Condividi su Facebook

Letizia Moratti punta i piedi e sfodera il suo personalissimo piano sicurezza, da presentare ai colleghi sindaci in una crociata contro la criminalità e l'inefficienza del Governo.

Innanzitutto 9 milioni di euro sono già stati stanziati nel bilancio 2008 per l'assunzione di nuovi ghisa e un programma di inserimento sociale per gli extracomunitari.

Ma i punti cardine del pacchetto Moratti non finiscono qui e non mancano le sorprese a cui questa donna ci ha abituati.

Il motto è che bisogna lavorare per i cittadini e per garantire loro le risposte concrete che chiedono e meritano di ricevere. Lei ha le idee ben chiare da tempo ed è arrivato il momento di metterle in pratica.

Il punto di forza è la figura del vigile, per i quali il Sindaco chiede delle leggi speciali, in modo che la polizia locale possa svolgere compiti di pubblica sicurezza, integrandosi quindi al lavoro di polizia e carabinieri, essendo più inseriti nel territorio.

Addirittura per quanti vorranno svolgere queste funzioni "in più" ci saranno incentivi economici e di carriera. Per completare il quadro della squadra sicurezza, si creeranno anche delle unità contro il degrado urbano formate da vigili di quartiere/poliziotti. Per rendere tutto questo possibile, maggiori poteri devono essere conferiti alla prefettura, dove è previsto anche un centro di raccordo per la gestione dei nomadismi e delle situazioni di emergenza.

L'iniziativa più eclatante del pacchetto è senza dubbio il permesso di soggiorno a punti.

Funzionerà esattamente come per la patente, i punti andranno a scalare a seconda dell'infrazione fino alla revoca e quindi l'espulsione. A questo proposito è necessario rende operative subito le norme per l'allontanamento rapido degli immigrati criminali o clandestini, accorciando i procedimenti di espulsione e dando in mano alle pratiche a giudici di pace e non per snellire i provvedimenti.

Altro fiore all'occhiello mutuato dalla Gran Bretagna e assolutamente innovativo e è la banca dati del Dna.

Un cervellone in grado di raccogliere le impronte genetiche degli extracomunitari pregiudicati soprattutto per reati seriali. Pugno duro anche nei confronti di recidivi e minori. Non si fanno sconti a nessuno, quindi pene più gravi per chi "ci ricasca" nell'errore e abolizione delle attenuanti per i minori colpevoli e possibilità di arrestare anche i baby-scippatori, che altrimenti avrebbero vita facile all'accattonaggio. Per concludere in bellezza non mancano nemmeno provvedimenti e divieti contro droga e prostituzione e tutti i male dell'umanità sono eliminati.

Letizia Moratti è sempre stata una donna politicamente bizzarra. Lei spara in alto, però lo fa decisa. Su una cosa ha assolutamente ragione: i cittadini vogliono soluzioni concrete al problema sicurezza e soprattutto rapide, vogliono che si prenda una strada e che si mantenga dritta la rotta per un obiettivo che altrimenti non si raggiungerà mai. Obiettivo che è potersi vivere serenamente la propria città. La sicurezza è garantita con il rinforzo degli organi competenti a cui bisogni dare gli strumenti adeguati per poter intervenire ed essere in grado di mantenere il controllo del fenomeno dell'immigrazione regolare, estirpando invece quello irregolare. Questo chiedono le persone non il Dna di tutti quelli che varcano il confine italiano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche