×

Obesi o troppo magri, i nuovi squilibri tra adolescenti e alimentazione

Condividi su Facebook

Un bimbo su due mette a rischio la propia salute a causa di un'alimentazione scorretta e uno stile di vita sedentario.  Diabete e pressione alta già a dieci anni è solo l'inizio di un calvario medico che non sarebbe difficile evitare.

Quando i medici dicono che è importante abbinare una dieta sana a un regolare movimento fisico, non fanno tanto per fare. E dato che molti bambini sono pigri e non prendono alla lettera questi prezioni consigli, i genitori sono genitori proprio perchè possono prendere delle decisioni al loro posto. Altrimenti: l'obesità si sta diffondendo a macchia d'olio e sorprendentemente anche i giovani sottopeso sono in aumento.

Qui non si parla ovviamente di bellezza o canoni di gradimento estetico.

Si parla di salute, di vivere bene senza disturbi noiosi da curare. E non solo. Si parla anche di un miglior rendimento intellettuale, di maggiori risultati a scuola e nella vita privata. Per arrivare a queste conclusioni, medici ed esperti del Coni – comitato olimpico nazionale italiano – hanno fatto un'indagine su un campione di allievi di quinta elementare di alcuni istituti tra Milano e provincia.

Risultato, ovvio: chi si mette la tuta fuori dall'orario scolastico sta nettamente meglio di chi passa i suoi pomeriggi davanti all tv.

Non si tratta di allenamenti agonostici, ma un paio di ore in più alla settimana di sport posso veramente fare la differanza. Sia salendo sulla bilancia, sia a livello di concentrazione e abilità

I videogiochi non sono marchingeni demoniaci, sia chiaro, ponderandone l'uso sono passatempi divertenti e a volte costruttivi, ma ancor più forgiante per una giovane mente sarebbe, magari, far parte di una squadra, imparare a stare in gruppo, porsi degli obiettivi sportivi, appassionarsi a qualcosa al di fuori delle mura domestiche.

Inoltre l'alimentazione gioca un ruolo decisivo. Abbiamo già parlato del caso delle mense scolastiche, ma non è che a casa si stia poi tanto meglio. Patatine, panini, merendine e dispense piene di qualsivoglia bontà, fanno la gioia non solo dei bambini golosi, ma anche dei dietologi dell'infanzia e dei loro onorari. Attenzione, il fatto di consumare pasti frettolosi, non particolarmente ricchi di verdura, frutta e alimenti degni di una crescita corretta, unito alla vita sedentaria fa sì andare alle stelle la percentuale di giovani obesi o comunque sovrappeso, ma può far anche sorgere il problema opposto: scarso appettito, poca voglia di muoversi e quindi un fisico che non sviluppa nel modo giusto.

E' la nuova emergenza a cui bisogna far fronte, che non bisogna sottovalutare o non tenere in considerazione, perchè è tanto degenarnte quanto la grassezza e può sviluppare asma, bronchite e allergie.

Tutti i risultati della ricerca e la relativa campagna di sensibilizzazione varranno presentati a metà mese in un convegno il cui motto sarà: "fare sport è la medicina migliore!". Per questo tutti gli educatori, genitori, insegnanti e istituzioni sono chiamati a fare la loro parte per garantire un futuro migliore a questi giovani sotto ogni punto di vista.
1 Post correlati Imprenditore si ritrova pornoattore ‘per caso’: richiesta a Sky la rimozione un suo vecchio provino hard “Salviamo la vita dei cristiani in Iraq e nel mondo”: l’appello sul Pirellone Milano dà una sede a Forza Nuova, ma non a chi si batte contro il racket: lo sfogo di Frediano Manzi Ddl Gelmini, studenti in corteo anche a Milano: traffico in tilt, tentata un’irruzione a Palazzo Marino “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche