×

Dipendenti pubblici iscritti all'Inpdap: ecco tutte le risposte alle vostre domande

Condividi su Facebook

UPDATE! 13 DICEMBRE 2007 Inpdap e pensioni di anzianità: i contributi dei lavoratori pubblici, dipendenti e autonomi 

In questo post ci avete fatto tante domande, soprattutto su quel cavillo Inpadp del silenzio assenso che tanto vi aveva fatto infuriare e che noi avevamo denunciato.

Ora pubblichiamo le risposte.

Teoricamente dovreste aver ricevuto un piccolo libricino (la copertina la vedete sopra) nel quale sono contenute tutte le risposte ai vostri problemi, ma se non lo avete ancora ricevuto state tranquilli, ne siamo venuti in possesso e pubblicheremo in questo post tutte le pagine del libretto, compreso il modulo di non adesione alla gestione separata del credito. 

Purtroppo ci dicono che non tutti i comuni hanno inviato il libretto.

Comunque sia il termine ultimo per presentare il modulo di non adesione è il 31 ottobre 2007.

Ecco cosa scrivevamo nel primo post di denuncia. Sotto invece trovate in ordine di pagina il libretto con lke risposte. Cliccate sulle immagini per leggere il testo.

—————- POST DEL 12 LUGLIO SCORSO —————

Ci hanno scritto alcuni pensionati della pubblica amministrazione. Grazie a loro abbiamo scoperto qualcosa che non sapevamo, e che forse non sapevate nemmeno voi. 

Ci hanno detto che nessuno (quel nessuno è il Comune) li aveva avvertiti di quanto vi stiamo dicendo.

Ne abbiamo sentito altri e anche loro hanno negato di aver ricevuto informazioni.

Bene, allora sappiate che avete tempo fino al 5 agosto per non accettare il prelievo sullo stipendio o sulle pensioni nel caso siate iscritti all'INPDAP.

Dal marzo 2007 a seguito dell'approvazione del Decreto n. 45 del 7.03.2007 del ministro dell'economia è attivo il prelievo facoltativo basato sul principio del silenzio-assenso, in base al quale ai dipendenti della P.A.

iscritti all'INPDAP viene trattenuto lo 0,35% dell'ammontare della retribuzione lorda, mentre tale prelievo è dello 0,15% sulla pensione lorda per i pensionati.

Questo prelievo è regolato dal pincipio del silenzio-assenso ossia chi entro il 5 agosto 2007 non esprime il proprio diniego tramite raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata alla sede provinciale INPDAP, vedrà trasformarsi tale prelievo da facoltativo in obbligatorio. Scopo del prelievo è quello costituire un fondo per le prestazioni creditizie agevolate.

———————–

Ecco il libretto (cliccate sulle immagini per ingrandirle).

Scrivi un commento

1000

Leggi anche