×

L'imam di Milano Abu Imad è stato prosciolto: per prescrizione

Condividi su Facebook

Leggiamo assieme la notiziache riportiamo qui sotto. Sì, certo, per aggiornarvi tempestivamente sull'esito del processo a carico di 35 islamici e dell'Imam di Viale Jenner Abu Imad, ma anche per ragionare assieme a voi su una delle dichiarazioni fatte dall'accusa.

Ancora una volta si parla della ex Cirielli e dei termini di prescrizione dei reati.

Apprendiamo infatti che è conclusa con la condanna di tre imputati a pene dai 4 anni e sei mesi ai 6 anni e con una serie di assoluzioni e di dichiarazioni di prescrizione il processo, davanti ai giudici dell'ottava sezione del tribunale di Milano, a carico di 35 islamici, tra cui l'imam di Viale Jenner Abu Imad, accusati di associazione per delinquere e reati minori.

Oltre alle tre condanne gran parte dei reati è stata dichiarata prescritta, mentre altri imputati sono stati assolti. Il gruppo era accusato di aver svolto, a partire dagli inizi degli anni '90, il ruolo di snodo logistico per l'invio in Bosnia di mujahedin provenienti da vari paesi medio orientali e di aver compiuto attività di propaganda jihadisa.

Nelle scorse udienze, era stato lo stesso pm Elio Ramondini a chiedere 27 assoluzioni e otto prescrizioni.

Il rappresentante dell'accusa aveva spiegato che si trattava di una scelta obbligata per via della legge del 5 dicembre del 2005, la cosidetta ex Cirielli che aveva cambiato i termini di prescrizione dei reati.

Non vogliamo certo entrare nel merito processuale perchè non ne abbiamo la competenza necessaria, ma anche perchè stiamo parlando di una persona assolta dopo un processo. 

Crediamo però che una riflessione sulle modalità d'assoluzione sia d'obbligo.

Possiamo farla assieme nei commenti a questo post. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche