×

“La Casa del Miele” di Milano chiude: “Mi arrendo alla realtà”

Condividi su Facebook

La Casa del Miele, una delle botteghe storiche di Milano, chiude a causa della crisi. Tutto in vendita su Facebook. Era li dal 1929.

casa del miele milano
casa del miele milano

La Drogheria La Casa del Miele a Milano chiude. Così la bottega storica che esiste in viale Zara dal 1929 e che ha resistito anche alla seconda guerra mondiale, non resiste alla crisi della pandemia e chiude i battenti.

Chiude La Casa del Miele di Milano

Avevamo parlato della Drogheria La Casa del Miele nel nostro elenco delle Botteghe storiche da non lasciarsi sfuggire a Milano. Purtroppo però, quella che è la drogheria più antica di Milano, insignita anche del titolo di Bottega Storica, chiude i battenti a causa della crisi della pandemia. Una crisi già latente, a cui si era cercato di sopravvivere ospitando aperitivi nel pomeriggio. Poi è arrivata la pandemia e non c’è stato più scampo.

Ora su Facebook tutto è messo in vendita, non solo i prodotti ma anche gli arredi.

Mi arrendo alla realtà di un mondo dove non c’è più spazio per una piccola bottega. E penso a tutti quei colleghi che hanno chiuso il loro negozio negli anni passati, divorati da un mercato che nessuno ha voluto regolare. È mancato il quartiere, come è mancata una visione di città ed un sostegno al piccolo commercio di vicinato che ormai è quasi sparito ovunque.

Mi chiedo: «Ma che tipo di città vogliamo che sia Milano?». Spero che il prossimo sindaco di Milano si dia una risposta denuncia Simona Fregoni la titolare, facendo eco alle parole del titolare di Nuvole in Cantina, anch’esso amareggiato da questo senso di abbandono da parte delle istituzioni.
Chiudo a fine febbraio questa splendida avventura durata 17 anni con il sorriso, ho imparato tanto e conosciuto persone meravigliose che nel tempo sono diventate amiche.

Mi porto nel cuore molti clienti che sono mancati negli anni, una umanità che solo in un posto così si può rivelare. Sparisce così un piccolo mondo antico.“ Ed è proprio così, perché qui tutto era proprio come nel 1929, le insegne, gli arredi, entrare qui è come fare un salto nel passato, un ritorno al passato a cui purtroppo potremmo ritornare solo guardando le foto.

Leggi anche

Contents.media