×

Statua Montanelli, Sala: “Le vite vanno giudicate nel loro complesso”

Condividi su Facebook

Il sindaco Sala si è detto contrario a una rimozione della statua di Indro Montanelli, affermando che le vite vanno giudicate nel loro complesso.

beppe-sala

Anche Beppe Sala è alla fine intervenuto nel dibattito sulla controversa statua a Indro Montanelli sita nei giardini pubblici di Porta Venezia, dopo che nella giornata del 13 giugno ignoti hanno vandalizzato il monumento con della vernice e scrivendo sul basamento le parole “razzista” e “stupratore”.

Il sindaco di Milano è intervenuto in una diretta video in cui ha affermato di non avere intenzione di rimuovere la statua, aggiungendo che le vite delle persone vanno giudicate nella loro complessità.

Beppe Sala sulla statua di Montanelli

Dopo aver introdotto il video illustrando il merito di Milano quale città profondamente antirazzista, Beppe Sala sì è addentrato più nello specifico sulla vicenda Montanelli che lo vede colpevole di aver comprato una sposa 12enne mentre era di stanza nel Corno d’Africa nel 1935: “Io ho rivisto più volte quel video dove Montanelli confessa quelle che è successo in Africa e personalmente non posso che confessare a mia volta il mio disorientamento rispetto alla leggerezza con cui Indro Montanelli confessa un comportamento del genere, però Montanelli è stato di più.

È stato un grande giornalista, indipendente, che si è battuto per la libertà di stampa, forse per tutti questi motivi è stato gambizzato”.

Successivamente, il sindaco pone due questioni ai propri concittadini per permettere di valutare meglio l’intera questione: “La prima domanda che vi faccio è: cosa chiediamo a personaggi che vogliamo ricordare con una statua? Chiediamo una vita senza macchia? Chiediamo una vita in cui tutto è stato estremamente giusto? È possibile, ma ne rimarrebbero ben pochi da ricordare”.

La seconda domanda che Beppe Sala pone è invece una riflessione sulle nostre esistenze e sulla capacità di giudicare i nostri errori: “A noi quando giudichiamo le nostre vite, possiamo dire la nostra vita è senza macchie? Senza cose che non rifarei? Anch’io ho fatto errori, ho fatto cose che non vorrei aver fatto, ma le vite vanno giudicate nella loro complessità.

Per tutti questi motivi io penso che la statua debba rimanere li. Cionondimeno sono disponibile a qualunque confronto sul tema del razzismo e sul tema Montanelli”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche