×

Il Salone del Mobile si prepara per la 60esima edizione all’insegna della sostenibilità

Dal 7 al 12 giugno il Salone del Mobile torna in città

Salone del Mobile 2022: appuntamento a giugno per la 60esima edizione

A due anni di distanza, il Salone del Mobile torna al formato tradizionale: dal 7 al 12 giugno celebrerà la 60esima edizione.

Salone del Mobile 2022: la donazione al World Food Programme

Al centro della fiera dell’arredamento ci sarà il tema della sostenibilità.

Maria Porro, presidente del Salone chiarisce: “Una festa solidale che non può ignorare quello sta accadendo in Ucraina. Siamo scioccati e consapevoli della tragedia umanitaria. Per questo, insieme a FederlegnoArredo, abbiamo deciso di fare una donazione al World Food Programme coinvolgendo le aziende del design“.

Secondo Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo, il settore ha ricevuto risultati eccezionali nel 2021. Il 2022, invece, porta con se’ il caro energia, la scarsità di materie prime e la guerra in Ucraina.

Salone del Mobile 2022, Sala: “Milano è ancora una città ammirata e attrattiva”

Beppe Sala, sindaco di Milano, afferma: “Non riesco a parlare un’altra volta di ripartenza, dobbiamo prendere coscienza che stiamo vivendo un momento storico difficile e non possiamo che adattarci”. E aggiunge: Se saremo capaci di valorizzare le nostre qualità, potremo riavere un futuro bello come è stato il nostro passato. Milano è ancora una città ammirata e attrattiva e la settimana del Mobile sarà un momento importante in cui troveremo di nuovo coraggio e fiducia”.

A disposizione 200mila metri quadrati di superficie alla Fiera di Rho: 1400 espositori -il 25% stranieri- e 600 giovani under 35 a cui è stato dedicato il SaloneSatellite -trasferito all’ingresso-.

Il Satellite sarà l’unico padiglione senza biglietto e ospiterà 3 talk aperti al pubblico sulla transizione ecologica, sul ruolo del digitale e sulla storia della manifestazione.

Salone del Mobile 2022: “Design with nature”

Il vero protagonista dell’edizione 2022 sarà “Design with nature”, l’installazione di Mario Cucinella: un’area di 1.400 metri quadrati che tratterà di sostenibilità, con l’esposizione dei nuovi materiali a base di cellulosa, squame di pesce e bambù, e un intreccio di oasi dedicate alla transizione ecologica, all’evoluzione della casa e alla città come miniera di risorse.

Gli eventi fuori dalla fiera saranno due: domenica 5 giugno, la serata inaugurale alla Scala, e l’installazione “Scatola magica” di Davide Rampello, allestito dentro la sala delle Cariatidi di Palazzo Reale.

L’università Statale ospiterà “Design Re-Generation”, il tema proposto da Interni. Gilda Bojardi, direttrice di Interni, spiega: “Uno stimolo per creare nuove proposte progettuali, materiche e funzionali, che abbiano al centro i temi della sostenibilità e dell’economia circolare, e per reinventare globalmente i processi produttivi”.

LEGGI ANCHE: La ripartenza di Milano: cosa cambia con la fine dello stato di emergenza

Leggi anche

Contents.media