×

Salone del Mobile 2021, Boeri: “Siamo capaci di reagire”

Condividi su Facebook

1.900 progetti in esposizione: il nuovo Salone 2021

Inaugurazione Salone del Mobile 2021

Domenica 5 settembre, il Supersalone del Mobile ha finalmente aperto le porte ai visitatori. Obsoleti gli stand, accolta invece una galleria continua di 68.520 metri quadrati, con opere d’arte visibili e fruibili da tutti.

Il nuovissimo Salone del Mobile 2021

425 brand, 170 giovani creativi, 39 maker: 1.900 progetti esposti. Nulla a che vedere con le precedenti edizioni organizzate dal 1961 ad oggi, infatti, l’esperienza fisica e quella digitale si mescolano tra loro; gli eventi presentano 40 voci illustri tra architetti, innovatori, artisti e politici, una rassegna cinematografica, quattro food court, una grande mostra dell’ADI/Compasso d’Oro. Keyword: sostenibilità, come simbolo della ripartenza.

Salone del Mobile 2021: la sorpresa di Mattarella

All’inaugurazione era presente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto dal prefetto di Milano Renato Saccone, dal sindaco Beppe Sala, ma anche dal governatore della Lombardia Attilio Fontana, dal presidente di Fiera Milano e di Confindustria Carlo Bononi, dalla presidente del Salone Maria Porro, e dal presidente di Federlegnoarredo Claudio Feltrin.

Mattarella annuncia “Sto violando il programma convenuto, non era previsto il mio intervento. Desidero esprimere il mio apprezzamento e gli auguri per il Supersalone e per la Fiera.

Questo appuntamento è di particolare importanza abitualmente e da tanti anni, punto di riferimento mondiale per un settore in cui il nostro Paese è all’avanguardia. Questa occasione, che raccoglie il coraggio d’impresa, la cultura, fantasia e la creatività è di straordinario significato in questo momento per il rilancio del Paese“.

Salone del Mobile 2021: la soddisfazione di Boeri

Curatore del Salone: Stefano Boeri, architetto e presidente di Triennale Milano, che insieme a un gruppo internazionale di co-progettisti ha dato vita e forma a questo evento meraviglioso, visitabile fino a venerdì 10 settembre.

L’architetto non può che essere fiero di questa ripartenza: oltre 30mila biglietti venduti il primo giorno. Un ulteriore valore aggiunto si deve al fatto che il 50% di prenotazioni arriva dall’estero: “Gli alberghi si stanno tutti riempiendo”.

Il segnale che questo Salone vuole trasmettere non solo all’Italia, ma anche al resto del mondo è che “Venezia col cinema e Milano col design danno un segnale al mondo che l’Italia è davanti a tutti” dichiara Boeri. E aggiunge Siamo l’unico Paese che in questo momento è capace di reagire, di sfidare il futuro. Dobbiamo esserne orgogliosi perché è un momento unico. I rapporti tra gli imprenditori e il design sono rapporti affettivi, sono storie di vita. Questo negli altri Paesi non esiste”.

LEGGI ANCHE: Fuorisalone 2021: le 12 tappe da Tortona a Monumentale

Leggi anche

Contents.media