×

Kanji, il ristorante giapponese alla carta a Milano con tre sedi

Condividi su Facebook

Il Kanji è il ristorante in stile giapponese che ha tre diversi indirizzi in tutta la città di Milano: il menu che si rinnova ogni mese.

Milano Kanji

Il ristorante Kanji ha tre diverse sedi all’interno della grande città di Milano. Gli indirizzi sono in zona Stazione Centrale, precisamente in via Caretto numero 4, in zona Lima Baccone, via Broggi 17 e, infine, in Brera-Moscova, in via San Marco 27.

In qualsiasi locale decidiate di provare questa particolare cucina, vi ritroverete immersi in un’atmosfera diversa dal solito, tra il futuristico e il classico.

Kanji, il ristorante giapponese a Milano

Appena entrati nel ristorante in Centrale vi sembrerà di ritrovarvi in una serra, grazie alle piante che sono le vere e proprie protagoniste dell’arredo. In via Broggi, invece, è stato utilizzato un arredamento più classico, ma con quella nota di innovazione che non manca mai.

I banconi a specchio o il soffitto color oro rendono il tutto più particolare. L’ultimo, quello di San Marco, è forse il più moderno e particolare: forme astratte e materiali mischiati formano il perfetto mix.

Quello di diffondere la cucina del proprio paese è un sogno che si avvera nel 1998, grazie alla famiglia di Jay Lin, ora il proprietario.

Il menu, cosa ordinare da Kanji

Ogni mese il menu propone 2 o 3 piatti sempre nuovi.

La formula vincente è quella di un misto tra la tradizione culinaria giapponese e l’innovazione del fusion, che oggi sembra andare per la maggiore. Ciò che rendere realmente differente questo ristorante, tanto da farlo spiccare su tutte le altre proposte della stessa categoria, è l’utilizzo della materia prima. La proposta comprende tutto quello che non può mancare nella carta di un ristorante nipponico.

Gli uramaki sono sicuramente tra i piatti necessari, con diversi condimenti e diverse combinazioni di sapori.

Se si vuole assaggiare un po’ di tutto basterà ordinare il sushi mix, con uramaki e sashimi misto. Ottimi i ravioli, buonissimi anche nella versione alle verdure. A queste proposte si aggiungono gli udo, spaghetti tipici del Giappone, o la zuppa di miso.

I temaki, i tipici coni di riso avvolti dall’alga cruda, sono presentati in modi differenti, ma sempre dal sapore e dal profumo invitante. Per chi preferisce la carne ci sono delle portate a base di pollo – che non può mancare nel menu di un ristorante giapponese – magari saltato al curry.

Per un pasto completo, leggero e veloce, perfette le sashimi salad o la ebi salad: gustoso pesce crudo adagiato su di una porzione di riso bianco bollito. Nel caso non abbiate voglia di alzarvi dal vostro divano di casa, il Kanji arriva direttamente a casa vostra, grazie al servizio di delivery attivo fino a 8 chilometri di distanza dai ristoranti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche