×

La Scala rinuncia alla tournée in Egitto in rispetto del caso di Giulio Regeni

La richiesta, partita dai lavoratori, è stata accolta dal teatro.

La Scala rinuncia alla tournée in Egitto per il caso Regeni

Il Teatro alla Scala ha deciso di rinunciare alla tournée di settembre che prevedeva 16 spettacoli tra Il Cairo, Kuwait e Dubai.

La Scala rinuncia alla tournée in Egitto: il Paese che ha ucciso Giulio Regeni

I lavoratori, rappresentati dai sindacati, hanno chiesto alla direzione di non partire per l’Egitto, il Paese che ha visto morire Giulio Regeni, il dottorando italiano dell’Università di Cambridge rapito e ucciso al Cairo nel 2016.

La scarsa collaborazione delle autorità egiziane ha lasciato ancora dubbi sul caso.

La Scala rinuncia alla tournée in Egitto: avrebbe sostituito la tournée in Giappone

La tournée in Egitto, economicamente vantaggiosa per la Scala, sostituirebbe quella in Giappone, più volte rimandata a causa della pandemia di Covid-19. Il Piermarini, però, ha tenuto conto delle proteste dei lavoratori.

La Scala rinuncia alla tournée in Egitto: la questione politica

I sindacati hanno evidenziato la ‘questione politica’ ricordando il caso di Giulio Regeni e lo striscione giallo che chiede verità sulla sua morte, appeso sulla sede di Palazzo Marino.

Nella serata di mercoledì 16 febbraio, la Scala ha preso la decisione definitiva: per “diverse ragioni” non si effettuerà nessuna trasferta in Egitto. A prevalere su tutte l’omicidio di Giulio Regeni.

LEGGI ANCHE: Rivoluzione digitale al Teatro alla Scala: in arrivo app, tablet e streaming

Leggi anche

Il musical “Happy Days approda a Milano
Teatro

Il musical “Happy Days approda a Milano

30 Gennaio 2011
Happy Days Uno dei telefilm più apprezzati e seguiti sulla televisione italiana soprattutto negli anni novanta era “Happy Days” che raccontava le vicende del protagonista Fonzie, interpretato da un giovanissimo Henry Winkler che ha oggi…
Contents.media