×

Comunali 2021: Bernardo punta a sicurezza, mobilità e cultura

Condividi su Facebook

Il candidato a sindaco del centrodestra, Luca Bernardo, delinea il suo programma elettorale, che si divide tra sicurezza, mobilità e cultura.

bernardo programma

In vista delle imminenti elezioni amministrative che si terranno a Milano i primi giorni di ottobre, vediamo gli hot spots del programma del candidato per il centrodestra Luca Bernardo.

Bernardo, il programma elettorale: tasse e sicurezza

“Milano insieme si cura” è lo slogan che contraddistingue il programma elettorale del candidato sindaco Luca Bernardo, primario di pediatria protagonista del testa a testa con l’attuale primo cittadino Sala.

Si tratta di ben 75 pagine di progetto in cui spicca immediatamente il tentativo – classico per il centrodestra – di abbassare le tasse, in particolare la Tari del 50%. C’è poi il pugno duro sul fronte sicurezza per una Milano si-cura: Bernardo propone infatti l’assunzione di ben 600 vigili urbani, nonché la chiusura dei centri sociali e dei campi rom abusivi.

Programma Bernardo: mobilità

Una delle prime proposte di Bernardo riguarda in particolare la mobilità: nel programma infatti si profila l’intenzione di abolire l’Area B e di rendere gratuito l’ingresso all’Area C a tutte le auto poco inquinanti.

L’occhio si sposta poi anche su Atm, in particolare il candidato è duro con chi viaggia in maniera irregolare: propone l’installazione di barriere che possano fermare chi non è in possesso di biglietto. A proposito di quest’ultimo, c’è l’idea di eliminarlo totalmente a favore di una tessera elettronica Atm.

Bernardo: programma culturale

Cinema, storia e gastronomia nel programma di Bernardo. Interessante la proposta di creare una rassegna cinematografica al Parco Sempione e la volontà di aprire un Museo incentrato sulla storia della città Meneghina.

Incuriosice anche l’idea del battello ristorante che viaggia sui Navigli.

Lascia più di qualcuno perplesso, invece, la proposta di spostare i detenuti di San Vittore per rendere la struttura la nuova sede della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (Beic).

Leggi anche

Contents.media