×

Comunali Milano, la chiamata tra Sala e Bernardo: confronti a settembre

Condividi su Facebook

Sala "Non ho nessuna intenzione di sottrarmi ai confronti".

Candidati sindaci Milano

Saranno tre i dibattiti prima delle urne di ottobre. Prevista una campagna elettorale flash con pochissimi dibattiti pubblici in agenda.

Comunali Milano: le parole di Sala

Le elezioni comunali di Milano si terranno il 3 e 4 ottobre: si sfideranno Beppe Sala e il candidato del centrodestra Luca Bernardo.

Il sindaco uscente, in merito alla data scelta dal governo, commenta “Va bene così. Prima poteva essere ancora meglio, ma mi pare comunque una buona soluzione. Agosto sarà mese di campagna elettorale più “leggero” e poi ci sarà settembre per la vera volata. C’è tutto il tempo possibile per far conoscere le nostre idee”. E aggiunge Non ho alcuna intenzione di sottrarmi ai confronti, anzi sono auspicabili perché esporrò lì con chiarezza la mia visione di città che del resto è già ben chiara.

Credo sia giusto immaginare tre confronti e non vivere di dibattiti quotidiani perché poi ci si dicono sempre le stesse cose“.

Comunali Milano: il ritorno di Carlo Monguzzi

Carlo Monguzzi, eletto a Palazzo Marino col Pd, torna nei Verdi e sarà capolista insieme ad Elena Grandi. Monguzzi afferma “Sala è il miglior sindaco possibile, ma tutti dobbiamo cambiare passo. Bisogna fare le cose, per bene e in fretta. La prossima sarà una consiliatura di svolta per i temi dell’ambiente e del clima”.

Elena Grandi espone l’obiettivo dei Verdi “Superare il 5%”.

Comunali Milano: si esprime anche Bernardo

Il pediatra del centrodestra, ospite a Telelombardia, attacca Sala Milano va curata. È una città “pluripatologica”, una città che il sindaco uscente Sala conosce poco; quando vado in giro anche chi è della sua area politica mi dice che non lo ha mai visto o l’ha visto poco. Questo viene detto da persone umili, sole, anziani, donne, gente che ha paura di uscire nei quartieri o andare a fare la spesa”.

Comunali Milano: gli otto candidati

Non solo Sala e Bernardo, vi sono ben altri otto candidati sindaco: Giorgio Goggi in campo coi Socialisti di Milano, Bianca Tedone per Potere al popolo, Gianluigi Paragone di Italexit, Mauro Festa del Partito gay, Simone Sollazzo per Milano concreta, Gabriele Mariani per Milano in Comune, Alessandro Pascale per il Partito comunista e in si rimane in attesa della nomination del M5s.

Inoltre, c’è un nuovo aspirante sindaco: Bryant Biavaschi -imprenditore- con la lista Milano inizia qui. Il suo obiettivo? No alle piste ciclabili disegnate con lo spray.

LEGGI ANCHE: Elezioni comunali Milano: Sala in vantaggio nei sondaggi

Leggi anche

Contents.media