×

Lo scrittore Nicolai Lilin si ritira dalle Comunali di Milano

Condividi su Facebook

L'autore di "Educazione siberiana" dopo la candidatura con Europa Verde, si ritira: "Sono troppo anticonformista".

Nicolai Verjbitkii

Nella giornata di martedì 20 luglio Nicolai Lilin -autore russo di origini siberiane, ma cittadino italiano- aveva deciso di candidarsi alle elezioni comunali di Milano con la lista di Europa Verde.

Nicolai Lilin: l’annuncio su Instagram

Il sogno è durato ben poco, dato che nella serata di martedì 20, a seguito delle critiche per la sua partecipazione a iniziative di movimenti di estrema destra come CasaPound e Lealtà e azione, lo scrittore ha deciso di ritirarsi.

“Carissimi vorrei smentire la mia partecipazione alle comunali di Milano con Europa Verde. Lo faccio con grande stima e rispetto per le persone che fanno parte di questo movimento. Mi rendo contro di essere troppo anticonformista per essere collocato in qualche area politica precisa. Un forte abbraccio e grazie a tutti voi per il vostro sostegno e fiducia”.

Nicolai Lilin: l’entusiasmo di Eleonora Evi

L’eurodeputata Eleonora Evi, che aveva annunciato la candidatura di Lilin, aveva dichiarato “Sono estremamente soddisfatta e felice che Nicolai abbia deciso di entrare a far parte della nostra grande famiglia.

Abbiamo bisogno del carisma e della passione di una persona come lui, che ha sempre condiviso le nostre battaglie e che ha ora scelto di combatterle in prima linea proprio qui a Milano, una città che deve guidare la transizione ecologica in Italia e in Europa”.

Perplesso e critico il candidato sindaco per Milano in Comune e Civica AmbientaLista, Gabriele Mariani. Infatti, aveva commentato “Nicolai Lilin candidato nelle liste di Europa Verde a Milano lascia sconcertati.

Da Europa verde a Eurasia Verde è un attimo. Forse qualcuno dovrebbe avvertire il sindaco ed Europa Verde che il loro candidato fino a qualche mese fa partecipava a iniziative di gruppi neofascisti come Lealtà azione e CasaPound e ha un’idea un po’ diversa di cosa sia l’Europa”.

Nicolai Lilin: il portavoce delle battaglie ambientaliste

I Verdi hanno ricordato Lilin come “portavoce di battaglie ambientaliste” e come si sia “più volte scagliato contro le compagnie colpevoli di scaricare rifiuti tossici nei mari e nei fiumi”.

Inoltre, il partito ha evidenziato la sua dedizione “contro l’abbattimento scriteriato delle foreste per «la malata voglia dei corrotti di arricchirsi» e contro la deriva di oggi nei rapporti tra uomo e natura, un rapporto nel quale l’uomo avrebbe rotto il patto di equilibrio con il pianeta, perdendo il senso del sacro”.

LEGGI ANCHE: Comunali 2021, gli ambientalisti si schierano con Bernardo

Leggi anche

Contents.media