×

Beppe Sala sui monopattini: “Niente deroghe al codice della strada”

Condividi su Facebook

Il sindaco di Milano Beppe Sala ha espresso la sua opinione contro chi guida i monopattini elettrici in maniera non conforme al codice della strada.

Anche Beppe Sala si scaglia contro chi guida i monopattini elettrici senza seguire le regole del codice della strada. A seguito dei recenti incidenti avvenuti sulle strade del capoluogo lombardo, come quello avvenuto poche ore prima in un sottopasso in zona Stazione Centrale, 16 il sindaco di Milano ha richiamato i conducenti di tali mezzi a un maggiore senso di responsabilità, ricordando l’impossibilità di attuare deroghe ai regolamenti stradali esclusivi per i monopattini.

Beppe Sala sui monopattini elettrici

In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, il primo cittadino ha elencati alcuni dei principali comportamenti adottati dai conducenti dei monopattini elettrici: “Il monopattino elettrico si sta diffondendo in tutte le grandi città internazionali ed è naturale che sia così anche a Milano. Ciò che però io vedo (e come me tutti i milanesi) sono comportamenti tutt’altro che esemplari nell’utilizzo di questi veicoli.

Dall’andare in due su un unico mezzo, al percorrere le strade contromano, fino al guidare sul marciapiede, per non parlare del parcheggio disordinato. Il codice della strada non può essere sottoposto a interpretazioni, né a deroghe. La nostra Polizia Locale è allertata per far rispettare le regole, ma serve un maggior senso di responsabilità degli utenti.

Sala ha poi rammentato come l’attuale concentrazione di monopattini verrà ampliata soltanto dopo che i cittadini si dimostreranno maggiormente accorti nel loro utilizzo: “Bene hanno fatto sette aziende che gestiscono il servizio di noleggio in città – Helbiz, Bit, Bird, Lime, Wind, Voi, Dott – a promuovere una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza. I monopattini sono veicoli utili ed ecologici per gli spostamenti in città, ma devono essere usati in modo consapevole, con prudenza e rispetto.

Ad oggi abbiamo emesso autorizzazioni per 6.000 mezzi; prima di aumentare la flotta circolante voglio vedere un chiaro miglioramento nelle modalità di utilizzo”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche