×

NoLo, i locali e gli eventi del nuovo distretto creativo di Milano

Nel nuovo quartiere NoLo di Milano, attraverso la riqualificazione e l'innovazione, si stanno riscoprendo locali, piccole botteghe e il piacere di condividere e partecipare ad attività ed eventi culturali.

L'innovazione nel quartiere NoLo di Milano.
Il quartiere NoLo di Milano.

Il quartiere NoLo (North Of Loreto) a Milano è una zona che comprende i distretti di Pasteur, Turro, Greco e via Padova e ultimamente è proprio sulla bocca di tutti e non solo perché qui fa capolinea lo storico tram numero 1. Nell’ultimo periodo sta infatti subendo dei processi di riqualificazione ed è per questo che ha i riflettori puntati addosso.

NoLo Milano

In passato era un quartiere che non godeva di una fama molto positiva e perciò i prezzi degli affitti erano sotto la soglia media milanese. Così, a poco a poco, molti giovani hanno deciso di portare le proprie attività creative a NoLo e chi qui già ci abitava ha portato la propria voglia di cambiare le cose. Proprio come nel caso di Sara e Daniele, che organizzando colazioni in strada sono riusciti a creare un gruppo di persone con grande voglia di cambiamento.

In questo modo sono nate moltissime iniziative a costo zero, proprio per riappropiarsi degli spazi del quartiere.

C’è chi frequenta un corso di giardinaggio, chi quello di yoga e chi addirittura organizza biciclettate notturne in quei luoghi che solitamente si cerca di evitare. NoLo adesso ha anche un coro, o meglio, un CorNoLo e addirittura una radio, RadioNoLo, che trasmette quotidianamente il GiorNoLo; esiste anche il tipico gruppo di lavoro a maglia, il LaNoLo.

La NoLo da bere

Sicuramente la fantasia nello scegliere i nomi non manca agli abitanti di questo quartiere, come non manca la voglia di fare baldoria. Infatti a NoLo possiamo trovare numerosi locali in cui passare dall’ora della colazione a quella dell’aperitivo, e magari anche per gustare del buono vino dopo una giornata pesante. È questo il caso di Caffineria. Qui si può venire la mattina prima di andare in ufficio, per fare colazione con buonissimi croissant provenienti da un forno non molto distante.

Il nostro consiglio è quello di venire qui il mercoledì sera, per bere tutto il vino che si vuole e fare due chiacchiere, pagando solamente 8€.

Se dopo il lavoro sentite il bisogno di rilassarvi e condividere con qualche estraneo il peso della giornata Ghe Pensi Mi. Si, Ghe Pensi Mi è uno dei locali più amati da chi abita a NoLo, è infatti sempre pieno di persone di tutte le età, pronte a chiacchierare con chiunque, forse anche per via del tasso alcolico elevato. Qui le birre si bevono che è una bellezza, soprattutto il martedì, perché se compri una birra la seconda te la regalano. Insomma, qui è proprio il fulcro di NoLo, l’equivalente dei vecchi ritrovi in piazza, in cui tutti si conoscono e si riuniscono.

Mangiare nel quartiere NoLo di Milano

Da poco ha aperto anche una pizzeria affianco a un bar già molto amato dagli abitanti di NoLo, entrambi del cuoco Gianni Macario.

La pizzeria NoLoSo è un luogo che offre ottime pizze, che finalmente accontentano i palato di chi vive qui. Per chi invece sente il bisogno di un pranzo o una cena completa di tutte le portate, per mangiare bene ma senza spendere molto, il posto perfetto è sicuramente Pasta e Fagioli, ristorante a conduzione aperto dal 1974. Adesso è in mano a Cristian e Mariangela, una giovane coppia che ha ereditato il locale e che lo gestisce con la stessa passione di all’ora. Qui la cucina pugliese la fa da padrona, con orecchiette, salumi e formaggi, tutti genuini e di ottima qualità.

Per rimanere in tema “cucina meridionale” bisogna necessariamente citare la Taverna dei Terroni, il cui nome già dice tutto. L’atmosfera è quella di un’osteria vecchio stile, con quarti di vino e tovagliette a scacchi rossi e bianchi, il servizio ondeggia tra il caotico e il genuino. Ma i veri protagonisti sono i primi piatti, davvero abbondanti eppure economici.

Per concludere parliamo di Hug Milano, più che un semplice bistrot, situato in una vecchia fabbrica di cioccolato. In questo locale, tutto gestito da donne, si può sicuramente venire a pranzo o a cena, ma non solo. Infatti questo è anche luogo di lavoro, di condivisione e di eventi culturali, il tutto immerso in un’atmosfera semplice e accogliente. Tra una degustazione di vini e una serata di musica live, Hug Milano propone piatti salutari, per la maggior parte vegani e vegetariani.

Attività e Cultura a NoLo

Qui a NoLo c’è anche la possibilità di visitare il quartiere con un tour dedicato, il GiraNolo, che durante il viaggio per farvi scoprire le novità vi condurrà sicuramente al Parco Trotter. Visitarlo in realtà non è facilissimo, poiché non è sempre aperto, ma lo è solamente dall’orario del doposcuola fino al tramonto. Qui sono immersi vari edifici scolastici che hanno in gestione il posto. La scuola ospita alunni di 24 nazionalità diverse, tra la scuola materna e la terza media.

Semplicità e passione ricoprono tutto il terreno di quartiere NoLo, come dimostrano Marco e Stefania, che sono riusciti ad unire due passioni completamente diverse dando vita a una bottega molto particolare. Bici & Radici è un inno alla cura del verde, tema molto sensibile ai giorni d’oggi. Anche qui le iniziative sono molteplici: si organizzano laboratori di vario tipo, come quello per creare il proprio orto sul balcone, o il corso di ciclomeccanica.

Il Mercato comunale di Nolo è un altro punto di riferimento, aperto dal 1933 è uno dei primi mercati coperti aperti di Milano. Anche qui l’innovazione sta prendendo piede, infatti il mercato non è più visto solo come semplice distribuzione di beni. Molte associazioni hanno scelto questo luogo come sfondo di mostre ed eventi e sono sempre di più i negozianti che, cercando di dare un taglio nuovo alle loro attività, dà la possibilità di fare anche l’aperitivo.

Qui i libri cartacei (r)esistono

Nei processi di innovazione è lecito anche fare dei passi indietro. Grazie ad una campagna di crowfunding ha aperto una libreria, proprio nell’era in cui in molti annunciano la scomparsa dei libri cartacei. Mariana Merighi, ragazza di 28 anni, ha aperto Il Covo della Ladra, specializzato in libri gialli. Questo non è solo un luogo in cui comprare, ma è anche un posto di aggregazione, dove vengono organizzati eventi per discutere e parlare di argomenti letterari.

Mariana è riuscita a rompere il ghiaccio, infatti dopo di lei è stato inaugurato un altro luogo in cui condividere libri, proprio in occasione del Fuorisalone 2019 Noi, libreria e spazio culturale, è specializzata in libri illustrati e qui si può venire anche solo per leggere. Dispone anche di un ampio giardino in cui leggere e condividere la lettura.

Qui nel quartiere NoLo di Milano l’innovazione si usa per tornare indietro, in quei tempi in cui i paesi erano popolate di piccole botteghe artigianali e i bar erano luogo di condivisione e ritrovo. Se il vostro desiderio è quello di vivere in un quartiere pieno d’arte e cultura, dove poter esprimere al meglio le vostre passioni allora il quartiere NoLo fa al caso vostro.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche