×

Palazzo Reale di Milano: le mostre 2019/2020, i biglietti e gli orari

Il Palazzo Reale di Milano oggi rappresenta una delle maggiori attrazioni culturali della città e ospita numerose mostre da non perdere.

palazzo reale milano mostre
palazzo reale milano mostre orari

Il Palazzo Reale di Milano si è prestato per anni a sede del governo di Milano, del regno del Lombardo-Veneto e poi a residenza reale, fino a quando nel 1919 non è divenuto sede di mostre ed esposizioni. Situato nella piazza del Duomo di Milano, è oggi una delle maggiori attrazioni culturali della città. sono milioni i turisti che ogni anno visitano le mostre e le esposizioni che prendono vita tra le sale di questo palazzo storico.

Palazzo Reale Milano: tutte le mostre

Attualmente il Palazzo Reale di Milano ospita la mostra I preraffaelliti. Amore e desiderio. La sua durata va dal 19 giugno al 6 ottobre 2019. Mostra realizzata con la collaborazione del Tate di Londra per mettere in luce la confraternita dei preraffaelliti (Inghilterra Vittoriana), gruppo di ispirazione appunto, prima di Raffaello, fautore di un’arte troppo idealizzata.

I tratti fondamentali della loro arte erano: autenticità e adesione alla natura, nonché soggetti ispirati alla storia medioevale, al testo biblico e alla letteratura (in particolare Shakespeare). La mostra ci presenta ben 18 tra gli artisti più importanti del movimento artistico, con circa 80 opere, tra le quali possiamo ricordare: “Cattivo soggetto” di Ford Madox Brown; “Amore d’Aprile” di Arthur Hughes; “Il sogno di Dante alla morte di Beatrice” di Dante Gabriel Rossetti.

Tra il 2019 e il 2020 il Palazzo Reale di Milano ospiterà moltissime altre mostre. La prima sarà la Mostra di De Chirico con durata dal 25 settembre al 19 gennaio 2020. La mostra ripercorre le tappe salienti della produzione di De Chierico, procedendo per temi pensati in otto diverse sale: dai primi segni del così detto alfabeto metafisico alla “neometafisica”.

L’esperienza da volontario nella Prima Guerra Mondiale apre gli orizzonti ad una nuova interpretazione, spaziando dalla pittura alla scultura in terracotta. Le opere presentate (oltre 100) provengono da importantissimi musei internazionali, come il Tate di Londra o il Metropolitan di New York.

La seconda dal 16 ottobre 2019 al 9 febbraio sarà la mostra La collezione Thannauser del Guggenheim Museum. Rappresenta una delle più prestigiose raccolte americane di arte moderna europea, realizzata da Justin K. Tahnnauser e poi donata nel 1963 al grande museo di New York. Comprende dipinti, sculture ed opere grafiche dei grandi impressionisti, post-impressionisti e partecipanti della avanguardie storiche, da Degas, Manet, Monet fino a Picasso e Van Gogh. Per la prima volta la collezione giunge in Italia, rendendo l’esperienza unica ed irripetibile.

Le altre mostre del 2019/2020

Dal dicembre 2019 ci sarà una mostra dedicata al grande Federico Fellini.

Sarà un omaggio ad uno dei più importanti registi italiani, a cento anni dalla nascita. L’obiettivo è ripercorrere la carriera di Fellini, dalla giovane collaborazione a Roma Città Aperta (1945), per poi passare alla sceneggiatura esordio assoluto, Sceicco Bianco (1952). Seguirono anni molto prolifici, con i Vitelloni (1953) e la Dolce Vita (1960) solo per citarne alcuni. Riceve pochi anni prima della morte, sopraggiunta nel 1993, l’Oscar alla carriera.

L’anno si chiuderà con la mostra Emilio Vendola, aperta dal dicembre 2019 a febbraio 2020. Mostra che, in onore del centenario di Vedova, ripercorre le tappe dell’attività dell’artista, baluardo dell’arte moderna italiana. Seppure inizia con schizzi alle chiese a agli edifici di Venezia, l’esperienza che segnerà la sua produzione artistica è il conflitto mondiale, e l’appartenenza alle file della Resistenza. Tra le sue opere più importanti ricordiamo, Plurimi (quadri che occupano lo spazio), Lacerazioni e Plurimi/Binari.

La prima mostra che inizierà nel 2020 sarà quella dedicata al pittore francese De La Tour. La mostra sarà visitabile dal 7 febbraio al 7 giugno 2020. Se il francese De La Tour trova il suo esordio con i naturalisti seicenteschi, sarà la scoperta di Caravaggio a diventare pilastro della sua produzione; emblema delle sue opere è infatti la modulazione delle fonti di luce (propria anche del pittore italiano). Spazia da pitture a luce diurna, fino a notturni a lume di candela, per arrivare ad un periodo conclusivo determinato da astrattismo ed atemporalità. La mostra si presenterà in 5 sezioni.

Palazzo Reale Milano: le informazioni utili

Il Palazzo Reale è situato in piazza Duomo numero 12 ed è aperto nei seguenti orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì e mercoledì dalle 09.30 alle 19.30; giovedì dalle 09.30 alle 22.30; venerdì dalle 09.30 alle 19.30; sabato dalle 09.30 alle 22.30 e domenica dalle 09.30 alle 19.30. L’accesso è consentito fino a un’ora prima della chiusura e i biglietti sono dispensati fino all’orario prestabilito per l’ultimo turno di ingresso.

Il costo del biglietto può variare in alla tipologia o alle tariffe imposte dalle varie mostre. In generale le tariffe dei biglietti per Palazzo Reale sono:

  • Intero: 14 euro;
  • Ridotto: 12 euro (disabili, militari, over 65, insegnanti, gruppi di min. 15 persone, studenti da 6 a 26 anni);
  • Ridotto per possessori di “Card musei Lombardia“: 10 euro;
  • Ridotto Speciale: 6 euro (scuole e giornalisti non accreditati);
  • Ridotto Famiglia: 10 euro adulti e 6 euro ragazzi (da 6 a 14 anni);
  • Gratuito: bambini di età inferiore ai 6 anni, guide turistiche, accompagnatore per disabile e per gruppo.

Il costo del biglietto include anche l’audio guida ma si può anche scegliere di non utilizzarla.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche