×

Imbrattata la casa di Alessandro Manzoni a Milano: tornano i vandali

Sulla facciata del palazzo settecentesco in via Visconti di Modrone 16 compaiono tre 'tag'.

Vandali imbrattano la casa del Manzoni

Non è la prima volta che la dimora di via Visconti di Modrone viene presa di mira: era già stata oggetto di atti vandalici nel 2014 e nel 2016.

Imbrattata la casa del Manzoni: i primi tag

I muri vennero subito ripuliti, rimuovendo le scritte ‘Vandals Gang’ e Las Bandas’.

Le firme, effettuate con la vernice spray, emergevano sotto la targa ‘Qui nacque Alessandro Manzoni’. Ad oggi, la casa è stata imbrattata nuovamente; sembrerebbe che i vandali non vogliano dar pace alla casa natale del grande poeta e drammaturgo italiano.

Imbrattata la casa del Manzoni: la recrudescenza dei writer

Fabiola Minoletti, esperta di graffitismo vandalico e anima del Coordinamento comitati milanesi, afferma:Stanno imbrattando tutto il centro storico“. Il palazzo, costruito nella prima metà del XVIII secolo, “fu rimaneggiato più volte nel corso dei secoli, per cui più resta degli originari interni” chiarisce la Soprintendenza regionale alle Belle arti nel documento storico.

Inoltre, Minoletti approfondisce: “Purtroppo notiamo una forte recrudescenza del graffitismo vandalico. Con la nascita di nuove crew e nuovi writer. Tipo Ranek che ha colpito la casa natale del Manzoni e sta imbrattando in maniera seriale e continua tutto il centro storico”.

Imbrattata la casa del Manzoni: l’indignazione degli italiani

Nel 2014, il Comune aveva inviato il Nucleo di intervento rapido della Polizia locale per sopralluogo, pulizia e ripristino della facciata.

All’epoca l’assessore Carmela Rozzaspiegò: “È un intervento dell’amministrazione per rispetto di Manzoni, della storia, della cultura della città. Auspico che i privati collaborino con il Comune prendendosi cura di edifici come questo che appartengono al patrimonio di Milano“.

L’Italia è indignata: bisogna salvaguardare il nostro patrimonio storico. Le forze dell’ordine hanno avviato accertamenti per risalire ai responsabili.

LEGGI ANCHE: Protesta degli studenti a Milano: “La vostra normalità ci sta stretta, mobilitiamoci”

Leggi anche

Contents.media