×

Personal branding e armocromia per un’immagine online e offline perfetta

Personal branding e armocromia sono due elementi essenziali che, se utilizzati in maniera coerente tra loro, possono rivelarsi particolarmente utili e funzionali alla promozione della propria figura online e offline.

Personal branding e armocromia sono due elementi essenziali che, se utilizzati in maniera coerente tra loro, possono rivelarsi particolarmente utili e funzionali alla promozione della propria figura online e offline. Vediamo insieme come utilizzare al massimo questi due strumenti nella costruzione di un’immagine online e offline.

Consulenza armocromia e personal branding

La consulenza armocromia è un asset fondamentale dal quale partire per poter creare un’immagine efficace e una strategia di personal branding intorno ad essa. L’armocromia, ossia la disciplina che si occupa di stabilire quali siano i colori che meglio valorizzano i toni naturali di una figura, è un punto di partenza di un lavoro più ampio che può essere svolto.

Oggi più che mai saper valorizzare la propria professionalità e le competenze acquisite attraverso anche l’esteriorità è diventato fondamentale. Questo non accade perché ci troviamo in un contesto in cui le immagini “hanno la meglio” sulla sostanza, quanto perché un aspetto curato e coerente con l’ambiente nel quale ci si trova consente di sentirsi a proprio agio e di esprimere al massimo la propria personalità.

Di conseguenza, una strategia di personal branding – che fa seguito ad una consulenza armocromia studiata nei dettagli – si rivela uno degli strumenti che non possono mancare a imprenditori, liberi professionisti e manager d’azienda.

Personal branding, da dove cominciare

Per costruire una strategia di personal branding è opportuno avvalersi dell’aiuto di un professionista del settore che possa mettere a disposizione la propria professionalità. I consulenti d’immagine, in particolare, possono utilizzare le proprie conoscenze nell’ambito dell’armocromia e del dress code per poter creare un’immagine coerente con le aspettative e le ambizioni della persona.

Per avvicinarsi al mondo del personal branding e poterne comprendere appieno le sfaccettature, Isabella Ratti – Business Image Expert – ha pubblicato di recente il suo secondo libro con Flaccovio Editore. “La tua immagine on e offline. La bellezza come strumento di comunicazione nell’era della rivoluzione digitale” accompagna il lettore attraverso la spiegazione di cosa sia veramente il personal branding e quali siano le implicazioni con la cultura delle immagini contemporanea. Promuovere se stessi oggi è fondamentale, ma non bisogna farlo in maniera casuale. Il punto di vista dell’autrice – fortemente influenzato dalla sua attività di image consultant – è quello secondo il quale ognuno di noi deve sforzarsi di trasformare le proprie imperfezioni in punti di forza.

Proprio in un periodo in cui sempre più persone si sentono imperfette, ecco uno strumento per poter capire che promuovere se stessi e raggiungere il successo non significa, per forza, essere perfetti o rispondere a canoni estetici e sociali imposti.

Oltre la consulenza: armocromia e non solo!

In questo secondo libro, Isabella Ratti (già autrice di “Fashion marketing. Viaggio alla scoperta dei nuovi modi di fare shopping e dei meccanismi della moda 4.0”) passa in rassegna come il concetto di bello sia cambiato nel corso del tempo e come i soggetti, nei diversi momenti storici, abbiano saputo adattare questo ideale alla realtà che li circondava. L’ultima parte, fortemente concentrata sulla contemporaneità, offre una panoramica completa sul mondo dei social media e come le professioni dell’immagine (tra cui la consulenza armocromia e la consulenza d’immagine in generale) abbiano un ruolo sostanziale. Il power dressing, il dress code e la realizzazione di una strategia di personal branding sono solo alcuni degli argomenti che vengono raccontati nelle pagine di “La tua immagine on e offline. La bellezza come strumento di comunicazione nell’era della rivoluzione digitale”.

Leggi anche

Contents.media