×

Salone del Mobile: l’edizione 2021 spostata a settembre

Condividi su Facebook

Il Salone del Mobile si farà ed è stato posticipato a settembre 2021 per garantire lo svolgimento della manifestazione in sicurezza

Il Salone del Mobile si fa: ecco le date a settembre 2021
Salone del Mobile: l'edizione 2021 spostata a settembre

Ufficializzate le date del Salone del Mobile, storico appuntamento meneghino, rimandato a settembre 2021, dal 5 al 10. La decisione di posticipare il Salone del Mobile a settembre 2021 è arrivata in queste ore. Non più ad aprile quindi, come di tradizione, ma a settembre per garantire lo svolgimento in sicurezza a causa dell’emergenza sanitaria.

L’obiettivo dell’organizzazione del Salone del Mobile è quello di esserci, di esserci dal vivo e permettere lo svolgimento non solo del Salone del Mobile ma anche di tutti gli eventi collegati per il Fuorisalone.

Salone del Mobile rimandato a settembre 2021

Il presidente del Salone del Mobile Claudio Luti commenta così la decisione di spostare le date a settembre: “Poter realizzare il Salone il prossimo anno è priorità assoluta per tutti noi che viviamo di design.

Confidiamo che lo slittamento a settembre possa lasciare i giusti tempi per superare la fase ancora acuta della pandemia e rappresentare davvero una ripartenza reale a livello globale. Abbiamo tutti bisogno del Salone a Milano”.

Dopo l’annullamento ad aprile 2020 del Salone del Mobile, una delle manifestazioni più importanti ed identitarie di Milano, gli organizzatori e i vertici di Fiera Milano hanno deciso di posticipare le date a settembre 2021.

La previsione è quella di poter svolgere in presenza il Salone del Mobile in sicurezza.

La giunta lombarda accoglie con gioia la notizia. Lara Magoni, assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, commenta così la riprogrammazione del Salone del Mobile a settembre 2021: “Una buona notizia. L’organizzazione del Salone del Mobile in presenza per il mese di settembre 2021 dimostra la volontà di far ripartire con vigore un settore nevralgico per l’economia della Lombardia e dell’Italia.

Quell’Italia che non si arrende alle difficoltà ma vuole tornare a mostrare al mondo l’immagine migliore di sé”

Leggi anche

Contents.media