×

Ambrogino d’Oro 2020: cerimonia senza pubblico ma in streaming

Condividi su Facebook

Versione inedita per l'Ambrogino d'Oro 2020, che sarà in streaming e senza pubblico. Incerta anche l'organizzazione nel Teatro Dal verme.

ambrogino d'oro 2020
ambrogino d'oro 2020

L’Ambrogino d’Oro 2020 si svolgerà senza pubblico e probabilmente non sarà nemmeno realizzata la consueta cerimonia al Teatro Del verme per ovvie ragioni di sicurezza. Il presidente del consiglio comunale, Lamberto Bertolè commenta: “Gli Ambrogini senza pubblico rappresentano purtroppo un inedito”.

Probabilmente verrà realizzato un evento phygital, con i vincitori, Sindaco Sala e alcuni capigruppo in presenza e riuniti da Palazzo Marino, mentre il pubblico invece sarà collegato da casa e in streaming.

Ambrogino d’Oro 2020: cerimonia in streaming

L’Ambrogino d’Oro 2020 sarà anch’esso trasformato, solo per metà, in evento digitale. Il pubblico infatti potrà seguire l’evento in streaming. Inoltre potrebbe saltare anche la realizzazione della cerimonia al Teatro Del verme, considerato che i teatri sono chiusi, e probabilmente Sindaco, i capigruppo, i vincitori e pochi accompagnatori parteciperanno ad una cerimonia al chiuso tra le mura di Palazzo Marino.

In palio ci saranno 15 medaglie d’oro e 20 attestati di civica benemerenza. Il 16 novembre Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio Comunale, con l’Ufficio di presidenza e i capigruppo deciderà i nomi dei premiati, o meglio i “benemeriti”, ossia gli uomini e le donne, le associazioni e le organizzazioni che hanno saputo dare un contributo speciale alla città. Tra questi ci saranno anche i premi alla memoria, ossia altri premi consegnati simbolicamente a chi non c’è più, ma che va comunque ricordato per quanto ha fatto in vita per Milano.

Tra i possibili benemeriti ci sono state diverse proposte. Tra questi spiccano i nomi di Carlo Acutis, il giovane di Milano beatificato il mese scorso, i Ferragnez, sia Fedez che Chiara Ferragni, per aver realizzato una raccolta fondi per l’apertura di una sala intensiva al San Raffaele di Milano e ovviamente anche coloro che sono il simbolo della pandemia, ossia Massimo Galli e Aberto Zangrillo, in prima linea nella lotta al Coronavirus e punti di riferimento per l’intera popolazione italiana.

Proposta poi da Andrea Mascaretti di Fratelli di Italia anche un premio per tutti i medici e gli infermieri che hanno lavorato durante la pandemia, un premio collettivo. Proposti anche il Politecnico e il Rotary Club Milano. Non ci resta che attendere la cerimonia per scoprire tutti i vincitori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche