×

Al via la Milano Digital Week 2020: dal 25 maggio oltre 500 eventi online

Condividi su Facebook

Sono oltre 500 gli eventi in programma per l'edizione online della Milano Digital Week.

milano digital week programma
milano digital week programma

 

Da lunedì 25 maggio torna Milano Digital Week 2020, la rinomata manifestazione promossa dal Comune di Milano – Assessorato alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici – e realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab, con Intesa Sanpaolo come main partner e Nexi come top partner.

Già rinviata a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, come il Salone del Mobile, l’edizione 2020 del più importante appuntamento sul mondo digital milanese sarà interamente online. L’edizione 2020, il cui tema sarà “Città trasformata”, vanta un programma di oltre 500 eventi a cui si potrà accedere dalla piattaforma www.milanodigitalweek.com.

Milano Digital Week 2020

La riflessione verterà sulle declinazioni del digitale passando dalla dimensione sociale a quella economica: sarà un’opportunità di riflessione per cittadini e professionisti, imprenditori, curiosi e appassionati.

La contingenza dell’emergenza sanitaria costringe a ripensare gli spazi e a riformulare l’evento, arrivando ad una collettività che supera i confini milanesi diventando un vero e proprio evento nazionale grazie alle potenzialità del digitale.

Dal 25 maggio, per 6 giorni, sarà possibile accedere da qualunque device e gratuitamente ad oltre 500 eventi online, con oltre 200 speakers e 150 conferenze, webinar, tavoli di discussione, Lectio Magistralis e addirittura un Final Party con live concert (a pagamento).

“Città trasformata” è il titolo e il filone narrativo conduttore dell’evento, dove attori diversi racconteranno il potenziale del mondo digitale in un’ottica di partecipazione inclusiva e democratica, come un veicolo per le relazioni personali e professionali: un grande racconto collettivo con al centro l’innovazione e il digitale per rimodellare presente e ripensare il futuro.

I temi di questa terza edizione saranno molteplici e si concentreranno sulle trasformazioni reali e potenziali nate da un uso sapiente del digitale: il lavoro e la sua trasformazione, le competenze trasversali necessarie e le nuove economie, le governance e le ipotesi di sviluppo (geopolitica, innovazione sociale e progettazione), i media (infotainment, fake news, nuovi linguaggi), l’educazione e la formazione, la sostenibilità e l’ambiente (nuovi ecosistemi e strategie urbane), la salute e la privacy (accesso, etica e tecnologie necessarie), l’arte, la musica e la cultura (live performance e live concert).

Roberta Cocco, assessora alla Trasformazione digitale e Servizi civili dichiara: “racconteremo le sfide a cui tutti noi siamo stati chiamati in un periodo così difficile come quello che stiamo attraversando e come il digitale sia riuscito a fornire soluzioni e risposte concrete in tutti gli ambiti, permettendoci di non interrompere i servizi pubblici, la didattica, il lavoro. Sarà però un’edizione che supera i confini fisici, territoriali e temporali e che, proprio grazie alla sua natura “digitale” ci permetterà di raggiungere una platea molto più ampia rispetto alle edizioni passate e che potrà usufruire dei contenuti anche al termine della manifestazione: Milano sarà il punto di partenza per esplorare il cambiamento culturale e sociale che ha investito il mondo intero e che ora, grazie al digitale, sta portando alla luce nuove possibilità e nuovi modi di vivere, di muoversi e di abitare la città”.

Il programma

A partire dalle 14.30 del 25 maggio si aprirà l’edizione 2020 con i saluti istituzionali del Sindaco Beppe Sala e del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano.

Tra gli eventi di punta di questa terza edizione, un grande Hackathon virtuale focalizzato su 8 obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals) che compongono l’Agenda 2030 e che si riferiscono ai diversi ambiti dello sviluppo sociale, economico e ambientale del nostro pianeta.

“La Fabbrica del lavoro” è un altro ciclo di eventi irrinunciabili: al centro, idee e riflessioni proposte attraverso talk alla scoperta dell’automazione, delle nuove professioni, della digitalizzazione, dell’importanza dei dati e dei nuovi diritti per le nuove frontiere professionali – tra smart working e digital divide, attraverso webinar coordinati da grandi protagonisti della rivoluzione del lavoro dedicati alle nuove competenze digitali.

L’evento di apertura realizzato in collaborazione con Anci è uno dei tre appuntamenti realizzati dell’Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici. Il secondo momento di confronto sarà su scala internazionale: “Oltre lo stato di emergenza- Come le città stanno lavorando con i cittadini per uscire dall’isolamento” (28 maggio – ore 16).

“Diritti e tecnologie per la ripartenza” sarà una tavola rotonda coordinata dall’Università degli Studi di Milano, con i più grandi protagonisti del digitale in Italia. Un dialogo tra policy maker, giuristi, manager di aziende che operano nei settori della tecnologia e dell’innovazione finalizzato a raccontare e immaginare nuove soluzioni per una rapida ed efficace ripartenza nel quadro dell’iniziativa “Milano 2020 Strategia di adattamento” (29 maggio – ore 15).

Il party finale

Il primo concerto in streaming con pubblico pagante in Italia è l’evento conclusivo di questa variegata maratona digitale. Organizzato in collaborazione con Dice con un biglietto da pagare, ma a un prezzo popolare e simbolico, arriva il concerto con Venerus, uno degli artisti più eclettici e particolari della scena indipendente: un mix di jazz, soul, black music e un pizzico di elettronica (30 maggio – ore 21)


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche