×

La Tempesta di William Shakespeare all'Elfo riletta da Andrea De Rosa e Umberto Orsini

Condividi su Facebook

Un po’ surreale la versione de “La Tempesta” di William Shakespeare proposta dal regista Andrea De Rosa ieri sera al Teatro Elfo Puccini (in scena fino al 6 marzo). Scenografia scarna, rumori assordanti, personaggi resi in una maniera completamente diversa da quello che ci si sarebbe aspettati: è andata in scena insomma più la rappresentazione di un delirio onirico che l’opera del grande drammaturgo.

Da un certo punto di vista la cosa ha avuto il suo fascino: perfettamente riuscito il Calibano, passato dallo status di mostro a quello di ‘matto del villaggio’ e splendidamente interpretato da Rolando Ravello. Per non parlare poi di Prospero, che il grande Umberto Orsini ha trasformato in un personaggio meno regale, ma molto più efficace. Incredibilmente moderno e a tratti amaro, l’esiliato duca di Milano offre agli spettatori verità e riflessioni profonde, perfettamente trasferibili nella nostra quotidianità.

Specialmente nel lungo monologo finale, quando Prospero svela i trucchi della sua ‘magia’, il teatro. Il disvelamento segna in maniera inequivocabile il momento dell’abbandono definitivo di questa ‘nobile arte’.

Dall’altra parte però il ritmo era un po’ blando, e a tratti l’opera risultava troppo pesante e cupa. Il che purtroppo secondo me ha penalizzato la resa complessiva.

Una piccola nota di colore: nel corso dello spettacolo alcuni attori parlano in dialetto napoletano.

A volte anche molto velocemente, per cui è facile non comprendere le singole parole. Ma mi ha dato molto fastidio sentire diversi spettatori ridere per QUALUNQUE cosa venisse pronunciata con un marcato accento partenopeo, come fossimo a Zelig. Che tristezza…

(foto di Bepi Caroli tratta dal sito dell’Elfo)
0 Post correlati Sabato 5 marzo open day del Liceo Licos al Centro Energolab di via Plinio Kylie Minogue in concerto l’ 8 marzo al Mediolanum Forum di Assago Laura Pausini, il grande ritorno dal vivo: undici le date tra Milano e Roma Continua fino al 1° marzo Milano Moda Donna: sfilate, eventi e giovani emergenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche