×

Il bookcrossing a Milano è un modo per socializzare

Condividi su Facebook

LIbri

La lettura è uno degli hobby ancora poco diffusi tra gli italiani che preferiscono spesso dedicarsi ad oggetti tecnologici o ai videogiochi piuttosto che accrescere la propria cultura leggendo dei libri. Pochi, però, sono consapevoli del fatto che dedicare del tempo ai libri può aiutare anche a conoscere nuove persone e allo stesso tempo essere uno spunto di conversazione con gli altri scambiandosi dei pareri sui testi.

E’ proprio con questo scopo che è stata organizzata una iniziativa a cui è stato dato il nome di “bookcrossing”, che consiste nello scambiarsi dei libri di cui si è in possesso anche con chi non si conosce e che in particolare a Milano sta riscuotendo grande successo. A promuovere questo progetto è stato il Presidente del Consiglio Comunale, Manfredi Palmieri, ma molto soddisfatta del gradimento da parte del pubblico è ovviamente anche il sindaco Letizia Moratti, che non ha scelto a caso di realizzarlo in questo periodo visto che si vuole fare in modo che anche nel periodo estivo la città continui a “vivere” e offra opportunità interessanti anche a chi non è partito per le vacanze o lo fa in un altro periodo dell’anno.

Sono stati poi gli stessi cittadini, anche se non vi hanno aderito solo i residenti del capoluogo lombardo, a esprimere apprezzamento per Bookcrossing ed è proprio per questo che è stata già annunciata l’intenzione di riproporla anche in un’altra occasione. Non si tratta però semplicemente di uno scambio di libri fini a se stessi, ma anche della possibilità di instaurare un dialogo con altre persone riguardo a vari temi e magari di poter continuare anche in futuro a frequentare queste nuove conoscenze.

Nella giornata di domani avverrà la chiusura di questo progetto e si potrà quindi fare un ulteriore bilancio.

Immagine tratta dal sito www.montegrappa.org

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche