×

A Milano il Festival Internazionale della Luce

Condividi su Facebook

Visitare una città come Milano durante il periodo natalizio è sicuramente un’esperienza suggestiva perchè troviamo le luci e gli addobbi che arricchiscono le vie del centro e attirano maggiormente le persone a visitare le vetrine dei negozi. Quest’anno, poi, il capoluogo lombardo sarà protagonista di una manifestazione particolamente innovativa, volta anche a far riflettere i cittadini sulla sostenibilità e il risparmio energetico, e che renderà la città del Duomo ancora più illuminata: a partire dal 6 dicembre e fino al prossimo 10 gennaio, infatti, si terrà il Primo Festival Internazionale della Luce e in una delle parti più belle della città, la Galleria Vittorio Emanuele, verrà ospitata l’opera Kiss di Paul Cocksedge che illuminerà la volta del luogo.

Verrà quindi posizionato un vischio che renderà più emozionante baciarsi per gli innamorati e allo stesso tempo mettersi a disposizione per aiutare il prossimo: sarà infatti inserito uno speciale contatore che si occuperà di conteggiare il numero di baci e per ognuno verrà donato un euro depositato sul conto corrente dell’associazione Cesvi grazie all’intervento di Ubi Banca, sponsor dell’iniziativa. L’obettivo è quindi decisamente apprezzabile e si punta a raccogliere almeno cetomila euro, cifra che permetterà di aiutare sedicimila bambini dell’Uganda che quotidianamente soffrono la fame.

Per la prima volta quindi non si tratterà si semplici addobbi che orneranno la città, ma che aiuteranno anche associazioni benefiche che si impegnano nell’aiutare persone meno fortunate. L’illuminazione, però, non si fermerà solamente alla Galleria, ma toccherà anche altri importanti punti della città come la Scala, il Duomo, la Stazione Centrale e altre piazze dando anche allo stesso tempo la possibilità a giovani artisti di mettersi in evidenza e far conoscere le proprie opere.

Immagine tratta dal sito www.milanoalberghi.info/natale-milano.htm

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche