×

Auditorium di Milano, parte il ciclo "laVerdi Barocca". Guarda le interviste

Condividi su Facebook

Al via i concerti del ciclo 'laVerdi Barocca' diretti dal maestro Ruben Jais, 7 programmi per coro e orchestra eseguiti da un ensemble specializzato nell'esecuzione della musica barocca, secondo un approccio filologico: mercoledì 25 novembre alle ore 20.30 il primo concerto.

Il calendario – programmato da novembre ad aprile – propone un repertorio scelto tra le più alte pagine della musica sacra barocca, con composizioni che spaziano da Monteverdi a Vivaldi, da Bach a Haendel, da Haydn a Mozart e che seguirà i tempi del calendario liturgico.

Così il Maestro Ruben Jais descrive questo nuovo progetto musicale:

"Da quest'anno sotto l'egida della Fondazione Verdi vede la luce un ensemble barocco" 

LaVerdi Barocca eseguirà questo repertorio: Monteverdi della Selva Morale e Spirituale, Pergolesi dello Stabat Mater, Haendel del Messiah, Bach degli Oratori (Natale, Pasqua, Ascensione), Vivaldi dei concerti solistici, Mozart del grande repertorio corale.

L'Ensemble è costituito da musicisti e coristi che hanno svolto il loro percorso di studi approfondendo le pratiche di esecuzione barocca, suonando strumenti originali o copie di strumenti del ‘600/'700, applicando le regole del canto esplicate nei trattati coevi.

Questo approccio offre, ovviamente, la possibilità di misurarsi in modo più diretto con le caratteristiche di un repertorio vastissimo e ricco di capolavori strumentali e corali, di avvicinarsi con occhio più attento all'estrema ricchezza di dettagli di tale repertorio.

Il Coro, che riveste un ruolo fondamentale in questa stagione, è diretto dal Maestro Gianluca Capuano, fine conoscitore della musica Rinascimentale e Barocca."

Ecco le nostre interviste e un backstage delle prove dell'orchestra de La Verdi Barocca.
0 Post correlati “Sguardi Altrove”: domenica 13 marzo “Le White” di Simona Risi allo Spazio Oberdan “Un mondo di fiabe”: al via il 6 marzo il laboratorio di animazione teatrale interculturale Shinya Tsukamoto: dal cyberpunk al mistero dell’anima Impara a degustare i vini: il rosso “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche