×

Maximal – Festival Elettronica agli East End Studios di Mecenate – 13 Giugno

Condividi su Facebook

Maximal festival sarà un evento innovativo nel suo genere. Strapperà per una notte Milano dal management scellerato e dalla voglia di show business che la caratterizza, portandola in una dimensione in cui tutto ruota attorno alle individualità, unite in un’unica esplosione di emozioni ed esperienze.

L’uomo si confronterà con la macchina, nella ricerca di quell’armonia tecnologica che dovrebbe caratterizzare ogni contesto urbano, ma che è sempre più causa di disagio. Sarà una festa per tutti, all’ insegna di libertà, rispetto, cultura, dell’educazione civica e della musica elettronica di rilievo mondiale.

Numerosi ospiti internazionali e artisti italiani terranno speciali performance all’interno delle 6 sale preparate dai Takayama Katachi, designers specializzati, che vantano l’allestimento di stage in festival di fama mondiale come Dance Valley, Mysteryland e Decibel.

Maximal sarà un evento senza precedenti nel suo genere per la nostra città e uno dei più importanti per la nostra nazione e in Europa: conterrà la fusione tra avanguardie culturali e nuove tecnologie per la comunicazione ; un’esplosione di musica di prima qualità accompagnata da installazioni, video arte, esposizioni a cura dei principali artisti e creativi provenienti da Milano, Rotterdam, New York, Barcellona, Roma e Berlino. Sarà occasione di incontro per le principali organizzazioni italiane che da anni lavorano per portare la nostra nazione in linea con le principali capitali europee della cultura e della musica elettronica mondiale; un incontro tra esperienze artistiche e non solo.

Maximal Festival ci aiuterà ad uscire dalla dimensione “dell’andare a ballare” e ci porterà per mano in un mondo fatto di creatività, socializzazione, divulgazione incondizionata dei saperi e delle produzioni indipendenti, attraverso le sonorità tecnologiche più ricercate al mondo.

L’evento avrà luogo tra il pomeriggio, la sera e la notte del 13 giugno 2009; darà spazio alla musica attraverso 6 stage: Uno stage dedicato esclusivamente ai creatori della techno provenienti da Detroit; uno dedicato al suono minimalista contemporaneo europeo; due stage saranno caratterizzati da vibrazioni più decise, grazie alla collaborazione con le due principali etichette hardtechno mondiale: Kne’Deep Berlin e Bullshit Bookings; una sala sarà dedicata al suono europeo e a Basstation (promotrice del primo festival italiano di genere: “Stay Up Sardinia festival”) mentre l’ultimo spazio ospiterà i principali artisti tedeschi, olandesi e francesi della scena electro.

Tutti i palchi e l’ impiantistica audio e video saranno concepiti in modo innovativo, per un evento che basa sull’interrelazione uomo/tecnologia il 100% della sua espressione [MAXIMAL FESTIVAL] 3 artistico culturale. Sound system tecnicamente perfetti, straordinari laser show e spettacolari video faranno da cornice al tutto, assicurando anche ai più esigenti una performance davvero unica.

Workshop, laboratori e conferenze approfondiranno temi quali tecnologia, robotica, musica ed arte multimediale arricchendo la manifestazione di stimoli culturali attuali ed insoliti.

Per la promozione di questo evento è prevista la diffusione di flyer pieghevoli informativi e poster in Italia e in altri paesi della comunità europea (Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, Belgio, Olanda, Slovenia, Croazia e Grecia). Spot radio diffonderanno la notizia in Italia su stazioni FM nazionali e web radio internazionali, trailer video su televisioni satellitari e in streaming;la promozione si estenderà a tutto il world wide web coinvolgendo agenzie di pubbliche relazioni italiane, olandesi, tedesche, francesi e slovene. Il raggiungimento della location sarà agevolato da servizi bus provenienti dalle principali città italiane (Torino, Venezia, Bologna, Genova, Firenze, Roma, Napoli) ed europee, nonché da navette cittadine, nell’intento di dare a tutti gli appassionati la possibilità di raggiungere l’evento in maniera comoda e sicura.

All’interno del festival saranno presenti punti di informazione e prevenzione sull’uso di sostanze stupefacenti, con la possibilità per il pubblico di usufruire di alcool test, materiali informativi e consulenze da parte dello staff dell’unità mobile di prevenzione e informazione della provincia di Milano e dei paramedici delle unità della croce rossa italiana. Scopo non secondario del festival è affermare la necessità giovanile, presente oggi più che mai, di trovare nuovi spazi e giusti equilibri nelle città, proponendo un esempio di aggregazione, di socialità e formazione nuovo per Milano. Mescolare il nuovo e il vecchio, l’umano e il tecnologico, l’europeo e l’italiano, per creare un melting-pot di esperienze e sensazioni. Maximal festival sarà sicuramente un punto di partenza di progetti molto più allargati. In un periodo di fermento elettronico per Milano e per l’Italia intera, il Maximal Music Festival di Milano sarà un evento di portata mondiale, luogo e simbolo dell’equilibrio produttivo fra musica, cultura, intrattenimento e senso civico.

Prevendite
43 euro info line. 340.7157388

Location: East End Studios
Via Mecenate – Milano – Italy
http://www.eastendstudios.it

Spazi: 84 Spazio Antologico (5 meter height / 1300 m2)

Studio 90 (7.0 meter Height / 4.400 m2) 84 Spazio Del Progetto (4.0 meter Height / 300 m2 4.0 meter Height / 300m2)

Spazio Nome Colore
Detroit Techno (spazio antologico) Soul Factory – Blu
3D stage (studio 90) 3D Factory – Verde laser
Kne Deep + Bullshit (Studio 90) Hard Factory – Rosso
Bass Station – (Studio 90) Bass Factory – Arancione
Minimal (Studio 90) Codes factory Giallo
Arts & performance (Spazio del Progetto) Knowledge factory – Bianco

Detroit Techno stage – Soul factory (Spazio Antologico):
Un dovuto omaggio alla città di Detroit, qui rappresentata da tre artisti vere pietre miliari della musica techno. Derrick May e Kevin Saunderson: fanno parte della vecchia guardia, quel gruppo di artisti che, intorno alla metà degli anni 80, coniarono il termine techno, gettando basi ritmiche e melodiche che tuttora influenzano decine di artisti e di produzioni. I loro set sfiorano tutte le sfumature del genere, con eleganza e assoluta creatività. una garanzia per qualsiasi dance floor. Gli Scan 7 invece sono della generazione successiva: i due componenti la cui identità è sempre celata da un passamontagna, girano il mondo presentando uno dei live set più esclusivi e rari del panorama techno mondiale. Utilizzando campionatori, sintetizzatori, e drum machines dal vivo, daranno vita al loro suono unico, nero, personalissimo e underground all’100%. Un’ occasione imperdibile per i veri amanti del suono puro e della musica Techno.

– Kevin Saunderson
– Derrick May
– Scan 7 Live
– DJ Machine vs AEOD
– Bhonz
– Ghisla
– DRS606

Bullshit Stage – Hard factory (Studio 90):
Bullshit Records, importante etichetta tedesca di genere hard techno, sfodererà per il festival tutti i suoi artisti più duri e soddisferà anche le richieste più estremiste. Suoni decisi, cadenze secche scandiranno i passi degli ascoltatori danzanti.

– Frank Kvitta
– Space Djz
– Paul Langley and Minupren
– Boris S
– D.a.v.e.
– Nico Vasco sv Rens
– Zina and Mandy
– Nitrox and T-one

Stage Knee Deep – Hard factory (Studio 90):
Sorella della precedente, sarà sala più fisica e meno “mentale” del festival. Movement porterà gli artisti migliori delle due agenzie leader nel settore dell’hardtechno mondiale, per una notte tutta da ballare.

– Pet Duo
– Miss DJAX
– DJ Bold
– Vuerre vs Barbers
– The Madox
– Dj Machine

Stage Minimal – Codes factory (Studio 90):
Sala dedicata al pianeta “minimal techno”. Spesso confuso o mal interpretato, questo lato del mondo techno si sta a ragione imponendo come quello dello sviluppo e dell’avanguardia, direzionando la musica da dancefloor verso nuovi orizzonti sonori più ricercati e raffinati. Gli artisti che si esibiranno sono tutti esponenti di rilievo nel panorama del clubbing e degli eventi mondiali, e verranno riuniti in un unico palco per dar vita ad uno spettacolo al quale nessun amante del genere può mancare.

– Alex Under
– Len Faki
– Monica Kruse
– Valentino Kanzyani
– Sasha Funke
– Alessio Mereu
– Naph
– Gill
– The selph
– Stefano Lotti

Stage 3D – 3D factory (studio 90)
A rendere questa sala veramente tridimensionale sarà una particolare unione di artisti, stage design, e spettacoli video. Oltre a dj di altissimo calibro che per la prima volta si ritrovano a condividere la console, takaiama presenterà qui per la prima volta proiezioni video olografiche e tridimensionali, uno show al limite della sperimentazione, un mix senza precedenti al quale l’Italia non ha mai assistito.

– Dave Clarke
– The Hacker
– Funk’d’void
– Alan 1
– Marco Passarani
– Draft
– The Villains inc.
– TR

Stage Bass Factory (Studio 90):
Pura techno. Uno dopo l’altro alcuni tra i maggiori esponenti ed innovatori della scena europea e brasiliana, capitanati dal veterano Cisco Ferreira (The Advent) faranno ballare tutti gli appassionati di suoni, grooves e bassi travolgenti.

– The Advent vs. Industrialyzer
– Rino Cerrone vs Markantonio
– Misa Salacova
– Bass Mooy
– Gumja
– Paolo Tamoni
– DJ Dhe

Programmazione culturale:
Il centro culturale di Maximal Festival sarà il padiglione “spazio del progetto” rinominato per quella sera “knoweledge factory”, la fabbrica della conoscenza. L’intera area festival rappresenterà una fabbrica di idee, di conoscenza e di socialità: I colori di Suol, codes, bass, 3D e force factory (sale musicali) vengono custoditi dal bianco della knowelwdge area, il punto di incontro tra la tecnica, gli strumenti, le pratiche ed il prodotto.

La programmazione culturale sarà articolata in tre momenti: spazio del progetto piano terra, spazio del progetto primo piano e performance estemporanee. Il piano superiore conterrà stand, proiezioni, una piccola area teatro dove avranno luogo workshop e conferenze. Sarà presentata una mostra fotografica, frutto del concorso che verrà lanciato dall’associazione a metà Marzo, sui temi del rapporto tra tecnologia e uomo, la rivalutazione della città industriale come stimolo creativo, la costruzione di configurazioni tecnologiche come strutture culturali.

L’obbiettivo è quello di proporre al grande pubblico tecniche e strumenti delle nuove arti, rendere accessibile agli appassionati uno spazio dove potersi confrontare con le più recenti possibilità tecnologiche e fornire così un importante vetrina per progetti innovativi. Dedicato agli addetti al lavoro, a tutti gli appassionati o semplicemente ai curiosi, diventerà un luogo di scambio artistico e non solo, un momento di apprendimento ed una possibilità di interagire con prodotti e pratiche del nuovo millennio. Il piano terra, più espositivo, ospiterà opere interattive e gli stand delle aziende top nel settore audio/video ed in quello della formazione tecnico-musicale; tutte le installazioni prevedono l’interazione con il pubblico. Le performance estemporanee prevedono l’incursione di circensi, ballerini, ed altro nel corso della manifestazione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche