×

Al Teatro Derby il Cabaret di Teo Teocoli e la Compagnia dei Giovani

Condividi su Facebook

Un nome, quello del "Derby", che rievoca lo spirito e l'atmosfera dell'ormai leggendario locale milanese degli anni settanta, che ha assisto alla nascita del cabaret italiano. Una palestra per la comicità di artisti affermati ed emergenti, che è diventata oggi sperimentale per il Teatro. 

Nel cuore della città, anche quest'anno, "vive" cosi uno degli esperimenti di cabaret e musica più interessanti in Italia: un "manipolo" di artisti di "dichiarata fama", guidati dal grande Teo Teocoli, danno vita ad una serie di spettacoli, formando LA COMPAGNIA DEI GIOVANI, voluta e diretta da Teo e che vede protagonisti – in ordine rigorosamente anagrafico – Armando Celso "Ossario", Tony Dallara, Mario Lavezzi, con la partecipazione di "Zuzzurro e Gaspare" Andrea Brambilla e Nino Formicola; ed altri se ne aggiungeranno in "corso d'opera".

La Compagnia ripropone così alcuni dei nomi che hanno fatto il cabaret italiano ed altri, nuovi, giovani, apparsi in alcune serate dedicate proprio agli "emergenti" (nell'ambito del laboratorio voluto da Teo Teocoli e coordinato da Maurizio Colombi).

Le serate hanno la seguente cadenza: dal 6 Maggio, il Mercoledì, Giovedì e Venerdì. 

"Il Progetto Derby", dice Teocoli, "è tra i pochi punti di riferimento per il cabaret in Italia, ma soprattutto per Milano.

Annovera artisti che hanno a che fare con la città, gente che ama la propria città, che vuole una Milano lontana da quella descritta dai più: deserta, invivibile, con un centro lasciato a sè stesso. Vorrei che vi partecipasse anche Enzo Jannacci, altro grande della Milano artistica. La posizione centrale della nuova sede del Derby ci sta aiutando a far rivivere il cabaret che fu, quello a cui tutti fanno riferimento quando pensano a trenta-quarant'anni fa".

 

"Il cabaret è sperimentazione", continua Teo, "è il momento in cui si provano numeri nuovi, in cui si inventa…Lo scorso anno, ad esempio, ho proposto nelle serate sketch che poi ho portato nel repertorio del mio one man show; ho invitato ospiti come Lavezzi e Dallara, cosi farò anche questa volta. Anzi, ho già alcune idee su chi portare con me in tour de LA COMPAGNIA DEI GIOVANI!!! (e ride, ndr)"  

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche