×

No Man's Land: una nuova mostra per il pittore milanese Tom Porta, dopo il successo de La Nube Purpurea

Condividi su Facebook

Dopo il successo dello scorso anno Arteutopia presenta i 15 nuovi lavori di Tom Porta, giovane pittore milanese. La mostra si intitola No Man's Land e sarà al suggestivo Oratorio della Passione in Sant'Ambrogio fino al 20 febbraio.

Nel 2007 l'artista aveva già realizzato una mostra ispirata dal libro La Nube Purpurea di Matthew Phipps Shiel e dalla città di Milano.

No Man's Land invece è il secondo ciclo di La Nube Purpurea, ma stavolta è ispirato dalle capitali europee, sempre rilette in una chiave apocalittica e futuristica.

Racconta il curatore Luigi Pedrazzi:

Le grandi, spettacolari tele di Porta indagano un futuro possibile, un sentimento epocale di ineluttabile decadenza. Un riequilibrio naturale dopo le illusioni schizofreniche e false di una cupa stagione, dove l'umanità sembra avere venduto la propria libertà ad una prospettiva distorta ed asfittica di sviluppo e ricchezza: le visioni pittoriche di Porta ci restituiscono città abbandonate dagli uomini, livide e silenziose, dove l'uomo perde il suo dominio.

Un ricongiungimento doloroso ma necessario con la Natura. No man's Land e' una mostra sul silenzio e sulla speranza.

Tom Porta è nato a Milano nel 1970 e qui vive e lavora. Lo abbiamo incontrato alla mostra e gli abbiamo chiesto quanto la città di Milano lo ispiri nei suoi lavori oltre a una spiegazione generale sui quadri della nuova mostra. La mostra è visitabile da martedi' a domenica dalle 11 alle 19 ed è a ingresso libero (chiusura lunedì).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche