×

Tokio Hotel: l'invasione al Forum sta per cominciare

Condividi su Facebook

Qualcuno si chiederà chi diavolo sono questi Tokio Hotel, altri potrebbero svenire sentendo nominare il solo nome di questo gruppo (ah, non pronunciate il nome Bill se non volete una scena d'isteria prima dello svenimento). Dipende da chi sta leggendo questo post, l'età del lettore in questo caso è essenziale.

Diciamo la verità: il team che gestiva i Tokio Hotel non si aspettava un successo di queste proporzioni, i quattro ragazzi tedeschi a Milano si sarebbero dovuti esibire all'Alcatraz. Già, avrebbero dovuto, ma la quantità di rischieste arrivate hanno fatto propendere per il Forum, decisamente più capiente.

In Francia i Tokio Hotel hanno fatto dieci concerti: tutti esauriti. A Milano abbiamo già spiegato com'è andata. I ragazzini e le ragazzine sono pronti al concerto, la febbre sale e i genitori dovranno adeguarsi.

C'è da pensare che la metà degli spettatori saranno adulti sbadiglianti che accompagnano la propria figlia. E questa, statene certi, urlerà per tutto il concerto. Il nome del leader del gruppo, Bill, lo sentirete urlare a squarciagola più volte (è quello nella foto in alto).

Ma chi sono allora questi Tokio Hotel? Prima di tutto facciamoci aiutare da wikipedia, poi pubblichiamo dei video per farvi capire di cosa stiamo parlando. 

Le notizie da wikipedia:

Nel 2001, Bill e Tom incontrano Gustav, in occasione di un concerto a Magdeburg.

Gustav presenta loro a Georg che conosceva dal conservatorio. Insieme, i quattro formano un gruppo chiamato Devilish ed iniziano ad esibirsi in numerosi club di Magdeburgo e dintorni, in Germania.

Nel 2003 Bill Kaulitz partecipa al Talent-Show Star Search e viene notato dal produttore Peter Hoffmann che inizia a far fare strada al gruppo attraverso numerose esibizioni.

Nel 2004, i quattro ribattezzano il gruppo Tokio Hotel, nome che, secondo quanto da loro affermato, coniuga il nome della capitale giapponese, Tokio, scelta perché città dinamica ed in espansione, con il termine Hotel, riferimento del fatto che l'attività professionistica li costringa passare gran parte del loro tempo appunto negli hotel.

Quello stesso anno, il gruppo inizia a lavorare con un gruppo di produttori di Amburgo: il già citato Peter Hoffmann, Pat Benzner, Dave Rothe e David Jost, che contribuiscono a rendere il loro approccio più professionale.

Hoffmann presenta il gruppo a numerose case discografiche e finalmente la Sony BMG decide di mettere i Tokio Hotel sotto contratto.

Nel 2005, i Tokio Hotel ottengono un contratto con la Universal Music.

I Tokio Hotel si fecero conoscere nell'estate del 2005 quando in agosto venne pubblicato il loro singolo di debutto dal nome Durch Den Monsun, rilasciato solo in Germania, Polonia, Austria e Repubblica Ceca, e che divenne un vero e proprio tormentone nelle radio tedesche e non.

Quest'ultimo debutto al 15° posto della classifica dei singoli più venduti per poi arrivare al primo posto dopo soli 7 giorni. Nel settembre dello stesso anno esce l'album di debutto della band dal nome Schrei. Successivamente esce il secondo singolo, la titletrack Schrei, che bissa il successo del primo singolo. Il successo è tale che porta i Tokio Hotel alla produzione di un DVD dal titolo Leb Die Sekunde –Behind The Scenes.

I quattro giovani intanto non perdono tempo e dopo pochissimo esce una seconda edizione dell'album Schrei che prende il nome di Schrei – So Laut Du Kannst, seguito immediatamente da un secondo DVD dal nome Schrei Live. Nel frattempo il gruppo comincia a lavorare ad un secondo album che uscirà nel febbraio del 2007 e che porta il nome di Zimmer 483. L'uscita dell'album è anticipata dal singolo apripista Übers Ende Der Welt. Il successo è enorme quanto inaspettato e l'album vende oltre 3 milioni di copie. Il secondo singolo ad essere estratto è Sping Nicht che sarà inciso in tre versoni diverse. Al gruppo viene offerta la possibilità di debuttare in tutta l'Europa, eseguendo le loro canzoni nella lingua del Rock per eccellenza, ovvero l'inglese.

Detto fatto, nella primavera del 2007, viene rilasciato in tutta Europa il singolo Monsoon, versione inglese della tedesca Durch Den Monsun. Il successo è veramente pazzesco, tanto che il singolo è uno dei pezzi più trasmessi dalle radio, ed è in testa alla classifiche dei singoli più acquistati. Il 1 giugno 2007 viene pubblicato l'album Scream, traduzione inglese di Schrei, che raccoglie i loro più grandi successi in lingua inglese dei loro due album precedenti. Anch'esso raggiunge la vetta della classifica in pochissime settimane. Il secondo singolo ad essere stato estratto è Ready, Set, Go!, versione inglese di Übers Ende Der Welt, che ha riscosso il successo del primo singolo. Sono stati plurimamente ospiti a TRL: Total Request Live e il 30 ottobre 2007 si esibiranno al Datch Forum di Assago per la loro unica data italiana del loro tour. Visto l'immenso successo il debutto negli Stati Uniti non sembra impossibile.

Nell'autunno 2006 viene pubblicato in Francia l'album Schrei che scala la classifica ottenendo un disco d'oro. Stesso successo per il singolo Durch den Monsun che raggiunge la #8 registrando un record: i Tokio Hotel sono la seconda band tedesca ad aver raggiunto la Top 20 francese in una sola settimana dopo i Rammstein.

Nel novembre 2006 il gruppo si esibisce a Mosca davanti ad un pubblico di mille persone. Il successo permette loro di organizzare concerti in altri sette stati.

Nella primavera 2007 viene pubblicato in Italia, Inghilterra e Spagna il singolo Monsoon, versione inglese di Durch den Monsun.

Il 1 giugno 2007 è pubblicato in tutta Europa l'album Scream contenente brani del primo e secondo album della band in inglese. Tra i brani vi sono Scream, versione inglese di Schrei, di cui è stato già registrato il videoclip, e Ready, Set, Go!, versione inglese del brano Übers Ende der Welt.

Il 30 ottobre (unica data italiana) si esibiranno al Datch Forum di Assago, per il loro primo concerto in Italia.

I Tokio Hotel dal 2005 hanno venduto all'incirca tre milioni di album e dvd in Germania.

Qui sotto qualche video del gruppo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche