×

Eugenio Bennato stasera a Cascina Monluè

Condividi su Facebook

Questa sera Eugenio Bennato suonerà alla Cascina Monluè di Milano in occasione della rassegna “Roda da Vida”: quattro giorni di musica, capoeira, incontri e presentazioni organizzati dall’Associazione Italiana di Capoeira da Angola.

L’artista napoletano presenta il suo nuovo disco “Sponda Sud”, uscito il 20 aprile (Taranta Power Radiofandango/Lucky Planets) e sarà accompagnato sul palco da: Zaina Chabane voce e ballo, Francesco Loccisano ­chitarra acustica e battente, Mohammed Ezzaime El Alaoui ­voce, darabouka e oud, Roberto Menonna ­voce e tamburello, Stefano Simonetta basso, Sonia Totaro voce e ballo, Francesca De Miglio voce e ballo.

Nel 2006 l’artista napoletano, fondatore nel 1998 del movimento “TARANTA POWER”, scrive “Sponda Sud”. Questo lavoro è il frutto di numerosi viaggi e tournée nel mondo, durante i quali Eugenio Bennato ha confrontato le sue radici con le etnie di altri popoli lontani.

Il cantautore dichiara infatti che “Questo nuovo lavoro é un prosieguo del percorso precedente, è un allargamento dell’orizzonte mediterraneo a più lontane latitudini,e in particolare alla intensa e misteriosa Africa, dove colloco una mitica sponda che custodisce la fonte di tutte le leggende, e il segreto di un suono battente primitivo che attraverso deserti e mari viaggia e si diffonde e arriva fino a noi, fino alle nostre sponde, che risuonano così di antiche tammorre e chitarre, nelle campagne ricche di arte e di cultura.

Da Napoli al Gargano alla Calabria quelle voci quelle melodie e quei balli mi portano ad Algeri, a Orano a Casablanca, e poi più in là al Cairo, in Etiopia, in Mozambico. Ogni tappa è una scoperta e un riconoscimento, lungo il filo di un’emozione e di un’idea , in un percorso alternativo rispetto alla devastante logica del business e dell’appiattimento globalizzante, contro la quale silenziosamente combattono i tamburi di ogni villaggio”.

Eugenio Bennato nel 1969 ha fondato la Nuova Compagnia di Canto Popolare, il primo e più importante gruppo di ricerca etnica e revival della musica popolare dell’Italia del Sud.

Negli anni 70, la NCCP conquista i giovani e influenza considerevolmente gli artisti italiani che formano la famosa “Scuola Napoletana”. Con la NCCP registra sei LP e dopo l'esordio al Festival dei Due Mondi di Spoleto ('72) realizza tournée di grande successo in Italia e all'estero (Francia, Inghilterra, Germania, Iugoslavia, URSS, Argentina, ecc.).

Nel 1976 fonda MUSICANOVA e inizia un'attività autonoma di compositore con costante riferimento allo stile popolare. Realizza numerosi LP di successo, fra cui "Brigante se more" (1979). Scrive inoltre decine di colonne sonore per cinema, teatro e balletto classico.

È nel 1998 che fonda il movimento “Taranta Power” che, sulla scia di uno straordinario rinnovato interesse del grosso pubblico giovanile per il ritmo della Taranta rituale, propone nuove strade per la promozione della Taranta che sfruttino diverse forme di creatività artistica (musica, cinema, teatro), “Taranta Power”(1999) diviene anche un lavoro discografico: la sintesi musicale di un movimento che segna una frattura con il passato modo d’intendere la musica popolare in Italia.

0

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche