×

Scalo ferroviario di Rogoredo: i progetti dei giovani architetti

Condividi su Facebook

L'ex scalo ferroviario di Rogoredo prenderà nuova vita grazie ai 47 progetti presentati da 170 giovani architetti under 33.

Sono state 47 le proposte presentate grazie al concorso ‘Aaa architetticercasi’, promosso da Fs Sistemi Urbani, Confcooperative Habitat e Fondosviluppo, con il patrocinio del Comune di Milano e l’Ordine degli architetti. In gioco c’è il futuro dell’ex scalo ferroviario Rogoredo che da ‘boschetto della droga’ sarà trasformato in uno spazio di condivisione e natura.

Il futuro dell’ex scalo ferroviario di Rogoredo

170 giovani architetti – tutti under 33 – hanno accolto immediatamente la proposta di progettare un futuro per la zona di Rogoredo. Sulla carta si vedono parchi, aree sociali, cinema all’aperto, mercati, ponti ciclopedonali, spazi per lo sport e uffici per coworking. La quinta edizione ha visto come vincitori i progettisti Gregorio Pecorelli, Tobia Davanzo e Chiara Dordolò, con “Abitare il bordo”. Premiati anche altre cinque gruppi: “Urbano domestico”, “Uno tra molti”, “Rogoredo Opera Aperta”, “Ecol-Easy conscious living” e “Cascina urbana”.

Milano sta prendendo una piega diversa, grazie a numerosi progetti che prevedono un futuro migliore e più green. Come per esempio le nuove piste ciclabili, ma anche l’innovazione che vedrà come protagonista la Piazza del Castello Sforzesco.

Tutti i vincitori entreranno in un elenco di progettisti che Coonfcooperative si impegnerà a promuovere alle proprie associate su tutto il territorio italiano nell’ambito di incarichi dedicati alla residenza sociale e cooperativa.

Giovedì 18 giugno alle ore 18 sulla pagina Facebook del concorso AAA Architetticercasi e Confcooperativa Habitat avrà inizio un appuntamento live. In questa occasione saranno presentati tutti i progetti vincitori e dopo l’estate si organizzerà un evento pubblico.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche