×

“Made in Japan, Served in Milan”: Ristorante Bistrot Sake Bar Kushi:

Condividi su Facebook

Per gli amanti dell’autentica cucina tradizionale giapponese, nasce a Milano in via Morosini 19, il più grande ristorante nipponico della città: il Ristorante Bistrot Sake Bar Kushi.

Inaugurato il 12 Settembre 2007, il Ristorante Bistrot Sake Bar Kushi è parte della catena Kushi Srl, conosciuta nel paese asiatico per la promozione di luoghi di incontro eleganti e raffinati, la cui proposta di pietanze è sempre suggellata da un cortese servizio di alto livello.

Proprietari e personale accolgono infatti la clientela guidandola attraverso suggerimenti e degustazioni alla scoperta dell’autentica cultura gastronomica giapponese.

Il locale, che sorge al posto della storica Enoteca e Wine Bar Solci, è stato realizzato dallo studio Garde Italy per mano dell’architetto Ishiyama Yukio e recentemente rivisitato negli arredi dalla designer giapponese Kaori Shiina.

Composto su tre livelli comunicanti per un totale di 600 m², il Sake Bar Kushi presenta al suo ingresso elementi di design illuminati al loro interno, creando un ambiente accogliente in cui gli ospiti possono godersi un momento di relax oppure, in occasione di eventi artistici di varia natura, osservare le opere e i prodotti in esposizione.

Giochi di trasparenze e ampie superfici vetrate fanno sì che tutte le aree siano a vista, dall’interno così come dall’esterno del locale. Sull’area reception domina la coloratissima bottiglieria per sake e shouchuu propria del bistrot; gli arredi del ristorante al piano inferiore completano lo sguardo d’insieme.

Qui il minimalismo contemporaneo dell’arredamento e la proposta culinaria creativa e allo stesso tempo tradizionale riflettono l’immagine di un angolo di Giappone moderno e genuino, in cui l’accoglienza e l’attenzione al dettaglio fanno parte di un rituale imprescindibile.

Rituale che prende corpo nell’offerta culinaria del menu proposto al ristorante e su richiesta al bistrot.

Punto di forza del locale è il Kushi, termine che identifica la bacchetta di legno dei tipici spiedini giapponesi. Kushiage (o kushikatsu), kushiyaki e yakitori, insieme a sashimi e sushi servito nella forma tondeggiante tipica di Kyoto, il temarizushi, queste alcune tra le varie specialità che è possibile gustare al piano inferiore. Piatti della tradizione presentati con un tocco creativo arricchiscono poi il menu: dal curry udon, al ramen, fino a pollo e salmone in salsa teriyaki.

Al piano rialzato, il sake bar propone una ridotta selezione di kushiage e di altri piattini intriganti e inediti. Diverse qualità di sake, cocktail a base di shouchuu e l’originale sake frizzante forniscono valore aggiunto a questa zona del locale, che costituisce una gustosa alternativa per un aperitivo à la mode.

Ogni mese il rito dell’happy-hour al Ristorante Bistrot Sake Bar Kushi diviene il pretesto per assistere a eventi culturali, manifestazioni ed esposizioni legati al mondo dell’arte, della moda e del benessere.

Come ci spiega il Direttore di Sake Bar Kushi, Hitoshi Murata “Il nostro Bistrot rappresenta una scelta privilegiata per i giovani artisti, poiché offre loro la possibilità di esporre le creazioni, siano esse legate al mondo della moda, del benessere o dell’arte, in un ambiente cosmopolita e internazionale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche