×

Milano alle prese con i viaggi di Pasqua: voglia di "esotico", ma low cost

Condividi su Facebook

di Elena Redaelli

La Pasqua dei milanesi al tempo della crisi? All’insegna delle vacanze esotiche, purché low cost. C’è chi approfitta della seconda settimana di aprile per volare ai Tropici, chi si accontenta del più vicino Mar Rosso, chi infine ripiega sulle capitali europee.

Se le prenotazioni fino a pochi giorni fa latitavano, con l’arrivo del bel tempo le agenzie iniziano a registrare un’impennata di richieste. Tutte con un elemento in comune: relax e prezzi bassi. Ma è possibile volare Oltreoceano senza accendere un mutuo?

«Si può, cavandosela con 1200 euro a persona – racconta Davide Di Rienzo, dell’agenzia “Tui” di via Copernico, 47 – Nel nostro caso, offriamo un pacchetto di 9 giorni e 7 notti a partire dal 6 aprile, formula tutto incluso, con destinazione Caraibi.

La Repubblica Dominicana e Cuba sono le più richieste. Per il medio raggio sono invece gettonati l’Egitto, la Tunisia e le Canarie. In questo caso, per soggiorni in villaggio a Sharm El Sheikh, Hurghada, Marsa Alam, Djerba e Tenerife chiediamo 660 euro a persona. L’Oceano Indiano? Per aprile sconsigliamo destinazioni come Maldive, Madagascar, Zanzibar e Kenya, non è alta stagione».

La tendenza delle agenzie di nuova generazione è contrastare la crisi puntando su Internet.

«Molti clienti corrono a trovarci dopo aver visto le offerte sul nostro sito, nell’intento di bloccarle – prosegue Di Rienzo – E fino al 31 marzo, se acquistano pacchetti vacanza in anticipo, diamo loro la possibilità di annullare la prenotazione aggiungendo appena 100 euro».

Le destinazioni a medio raggio si confermano le più accessibili per prezzi e vicinanza geografica. «Le nostre offerte per il Mar Rosso sono già andate esaurite – svela Barbara Cozzi della “Bluvacanze” di corso Como, 1 – Molti andranno a Sharm El Sheikh spendendo 650 euro a testa per una settimana di soggiorno.

Invece stiamo ancora promuovendo le mete a lungo raggio. Per i Tropici la cifra si aggira tra gli 800 e i 1200 euro a persona, per 6 notti».

La prenotazione con largo anticipo si conferma tra i segreti per risparmiare. «La crisi senza dubbio c’è – ammette Loredana Rinaldi, della “Nessie viaggi” di via De Amicis, 30 – Di conseguenza si incoraggia il cliente a muoversi molto prima nell’organizzare le vacanze. I grandi tour-operator, in questo senso, tendono a non svalutare i viaggi, ma semplicemente a ottimizzarne la vendita al cliente acquistando un numero inferiore di posti in aereo e di camere nei villaggi.

E’ poi da considerare che il costo del volo è sì leggermente calato, ma le tasse aeroportuali sono rimaste comunque elevate. Non bisogna quindi aspettarsi pacchetti vacanza a prezzi stracciati. In particolare, nella nostra agenzia, stanno andando bene le crociere sul Nilo, 4-7 giorni spendendo tra i 700 e i 1500 euro a testa».

In tempi di recessione economica, le imminenti vacanze pasquali vedono in gran spolvero le capitali europee. «Abbiamo tante richieste per Londra, Parigi, Barcellona – conferma Francesca Gentile, della “Corvetto agenzia viaggi” di viale Enrico Martini, 9 – Per una settimana offriamo soggiorni tra i 1000 e i 1200 euro a coppia, con volo e ottimo albergo inclusi».

Se si vuole spendere ancora meno, si può puntare sulla Repubblica Ceca e l’Ungheria. «Praga e Budapest sono le più convenienti – sottolinea Titti Milopotamitis dell’agenzia “Turisti per caso” di viale Bligny, 1 – Il week-end pasquale in queste capitali si aggira tra i 250 e i 300 euro, inclusi pernottamento in hotel, prima colazione e tour guidato per la città».

Oltre a prenotare con largo anticipo, un’altra strategia anticrisi è quella di puntare su mete in rilancio, come la Thailandia. E’ infatti notizia di pochi giorni fa che questo Paese, devastato dallo Tsunami nel dicembre 2004, stia cercando di riproporsi come destinazione turistica puntando su offerte convenienti. Fino al 4 giugno, per esempio, ai visitatori non verranno applicate le tasse di soggiorno. «Abbiamo ideato iniziative ad hoc per il BelPaese – ha dichiarato la rappresentante italiana dell’Ente nazionale per il turismo thailandese – Il nostro obiettivo per il 2009 è raggiungere almeno 150mila visitatori italiani, coinvolgendo tour-operator e agenti di viaggio». La prossima estate, ad esempio, la compagnia “Blue Panorama Airlines” prevederà ben due voli di linea settimanali da Malpensa e Fiumicino verso la Thailandia: le tappe saranno Bangkok (andata e ritorno a 499 euro a tasse incluse dal primo maggio al 10 luglio) e Phuket (599 euro fino al 30 aprile).
2

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche