×

Mamma Mia agli Arcimboldi, recensione

Finalmente, dopo averlo visto a Londra e New York, arriva nella mia Milano Mamma Mia!, il musical da guiness dei primati. Il traino è forte, c’è stato il film poco prima di Natale, e si vede. La grande cattedrale che è il Teatro degli Arcimboldi è piena: ragazzi, giornalisti, famiglie e qualche vip.

Riconosco nel parterre tra gli altri Antonio Albanese e famiglia, Barba D’urso, Jonata prima del Grande Fratello e ora di All Music. E finalmente si dia inzio alle danze. E’ un meraviglioso medley di canzoni degli Abba che da il la allo show. Per chi ama gli Abba, e vuole un concerto degli Abba nulla poteva essere più bello: la musica è rigorosamente dal vivo.

La storia di Mamma Mia! la conosciamo tutti.

In due parole: una ragazza in un’isola greca sta per sposarsi, non conosce il padre, trova il diario della mamma e scopre di avere tre possibili padri, li invita tutti e 3 al matrimonio.

Ed ecco che dal vivo, a teatro, ancor di più che al cinema, Mamma Mia trasmette le emozioni dei proptagonisti. Di una madre che ha fatto sempre tutto da sola che si riscopre fragile, di una figlia con i sognid a ragazza che si ritrova donna e meravigliose paillettes e musica per tutti.

Purtroppo però non siamo ne a Londra, ne a New York e quando dalla regia abbassano la musica per fa cantare il pubblico un assordante silenzio avvolge gli Arcimboldi. Peccato. In Italia non c’è ancora la cultura del musical e nessuno (tranne me e poichi altri) canta.

Poco male, il volume torna su, e lo spettacolo continua più scintillante che mai.

Siamo alla fine, la scarna ma geniale scenografia si sposta, ed ecco che il teatro diventa concerto, varietà.

In un italiano un po’ stentato ci viene detto (o forse veniamo pregati) che possiamo cantare e ballare, e allora, finalmente, il teatro della Bicocca inizia a muoversi. Ultimi 15 minuti di vera dance anni 70. Una meraviglia.

Mamma Mia ha vinto, anche in Italia. C’è tempo fino al 15 Marzo per vederlo a Milano.

I biglietti per gli spettacoli di Milano saranno in vendita dal 21 ottobre tramite il circuito TicketOne www.ticketone.it.

Costo dei biglietti per gli spettacoli di Milano:
Platea Bassa 65 euro + prevendita
Platea Alta 60 euro + prevendita
1° Galleria 50 euro + prevendita
2° Galleria 40 euro + prevendita

Leggi anche

Contents.media