×

Presentata la nuova giunta Sala: obbiettivi principali sicurezza e movida

Presenti sei uomini e sei donne. Milano e Inter chiedono un incontro per il nuovo stadio.

Sindaco di Milano

In soli 5 giorni, Beppe Sala ha formato la nuova giunta: “Dovevamo fare in fretta perché conosco la delicatezza del momento con il Pnrr da mettere a terra”.

Nuova giunta Sala: i tecnici

La prima giunta si terrà mercoledì 13 ottobre, giornata in cui Sala si recherà a Roma per “fare il giro dei ministeri”.

Saranno dodici gli assessori che aiuteranno il sindaco nel suo secondo mandato. L’Urbanistica, ora Rigenerazione urbana è stata assegnata all’architetto Giancarlo Tancredi -storico dirigente del settore Urbanistica già ai tempi di Letizia Moratti-, il quale sostituirà Maran e dovrà occuparsi degli ex scali Fs e del nuovo stadio. Le due squadre meneghine hanno già chiesto un appuntamento con il sindaco. Obiettivi? Stimolare gli investimenti e ridurre del 4% la superficie urbanizzabile.

Alla Cultura troveremo Tommaso Sacchi – ex assessore di Firenze- che oltre a garantire eventi o mostre, dovrà portare la cultura nei quartieri e in periferia.

Nuova giunta Sala: le priorità degli assessorati

Mario Vanni è stato confermato capo di gabinetto, mentre Christian Malangone proseguirà ad essere il direttore generale. Come già anticipato, Anna Scavuzzo sarà nuovamente vicesindaco: dovrà occuparsi dell’Istruzione unendo e armonizzando le deleghe di Laura Galimberti -Educazione- e Paolo Limonta -Edilizia scolastica-.

Emmanuel Conte -capolista della lista civica di Sala- penserà al Bilancio e Patrimonio immobiliare. Lamberto Bertolè sarà assessore al Welfare e alla Salute. Arianna Censi -già vicesindaca della Città metropolitana – gestirà la Mobilità. Elena Grandi – coportavoce nazionale dei Verdi- fronteggerà Verde e Ambiente.

Nuova giunta Sala: le deleghe

Pierfrancesco Maran -il più votato alle ultime Comunali, alla terza legislatura- ottiene la nomina di assessore alla Casa e allo Sviluppo dei piano dei quartieri.

Dovrà individuare l’equazione da presentare a Regione Lombardia per associare le case popolari di Aler con quelle di Mm. Marco Granelli, anche lui alla terza legislatura, tornerà ad occuparsi della Sicurezza. Tra i compiti quello di assumere 500 ghisa e vigilare sulla vita notturna della città squassata dalla movida. Ed ecco arrivare la parità di genere: due donne under trenta e una poco sopra. Martina Riva -capolista della lista Sala- ottiene la delega allo Sport, al Turismo e alle Politiche giovanili. A Gaia Romani spetteranno i Servizi Civici, mentre Alessia Cappello -Italia Viva- si prenderà cura di Lavoro e Sviluppo economico.

Nuova giunta Sala: la lobby nera

Sala afferma Provo disagio personale ad avere in Consiglio chi fa il saluto romano“, riferendosi ai due consiglieri di FdI e auspica a dei provvedimenti da parte di Giorgia Meloni. Infine, in merito alle Regionali dichiara: “Non so se Giuliano Pisapia abbia intenzione di candidarsi per la Lombardia, lo saprà ben lui. Non ci ho parlato. Vincere la Regione significare scalare l’Everest e vuol dire che la scalata va fatta per tempo. Penso che si debba sapere il candidato un anno prima”.

LEGGI ANCHE: Milano, il sindaco Sala presenta la nuova giunta: scelti i nuovi 12 assessori

Leggi anche

Contents.media