×

Sala sull’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori: “Sono favorevole”

Sala e Fontana dicono la loro sul nuovo decreto

Green Pass lavoratori

A partire dal 15 ottobre, l’obbligo del Green Pass sarà esteso a tutti i lavoratori: Sala e Fontana accolgono la decisione del Governo.

Obbligo Green Pass lavoratori: le parole di Fontana

Per entrare nei luoghi di lavoro sarà indispensabile la certificazione verde, al quinto giorno di assenza ingiustificata scatta automaticamente la sospensione con stipendio bloccato.

Il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, dichiara “Abbiamo chiesto al governo di insistere nell’azione di convincimento per raggiungere una vaccinazione completa di tutta la popolazione, senza dimenticare la possibilità di favorire anche l’utilizzo dei tamponi a prezzi calmierati, per non chiudere la porta in faccia alle persone che oggi hanno ancora dubbi e preoccupazioni. Credo che queste persone vadano convinte attraverso i risultati straordinari che siamo riusciti a raggiungere con la campagna vaccinale”.

E sull’obbligo del Green Pass, aggiunge: “Come conferenza delle regioni ne abbiamo preso atto, chiedendo però che l’estensione del green pass valga come leva per mantenere le attività aperte anche qualora la situazione epidemiologica porti a cambiamenti di zone. Nella nostra regione, che al momento ha completato il ciclo vaccinale all’81% della popolazione e raggiunto l’87% di adesione, inciderà poco”.

Obbligo Green Pass lavoratori: le parole di Beppe Sala

Il sindaco di Milano appoggia la decisione del governo e sottolinea “Non posso che dire che, al di là di vedere nel dettaglio il decreto, al green pass sono sempre stato favorevole. Quindi in linea di principio sono favorevole”.

Obbligo Green Pass lavoratori: i dipendenti comunali no vax

Sala interviene anche sul tema dei dipendenti comunali no vax: “Abbiamo lavorato in queste giornate per capire la situazione delle scuole che è sotto controllo.

Abbiamo avuto qualche problema con i genitori però abbiamo passato questo scoglio. Adesso lavoreremo sui dipendenti del comune”.

In relazione ai tamponi a prezzi calmierati -come previsto dal decreto- Sala conclude “Vedremo. Credo che il tema del prezzo sia fondamentale. Certamente potrebbe essere una cosa buona perché più tamponi si fanno meglio è”.

LEGGI ANCHE: Bernardo prenota due palchi per la campagna elettorale, Sala: “No comizi finali”

Leggi anche

Contents.media