×

Bernardo chiede di sanificare i mezzi, ma Atm già lo fa

Condividi su Facebook

Luca Bernardo chiede la sanificazione al tappeto dei mezzi pubblici Atm, ma viene subito smentito dal Pd.

Sanificazione mezzi di trasporto

Scontro tra il candidato sindaco di centrodestra, Luca Bernardo, e i dem sul tema della sanificazione dei mezzi pubblici.

La nota di Bernardo sulla sanificazione dei mezzi Atm

Il primario ha richiesto in una nota sanificazione a tappeto di autobus, tram, metropolitane, e aumento delle corse” perché “solo così, e ovviamente il consiglio da medico pediatra è di vaccinarsi, la scuola e le attività produttive potranno ripartire in sicurezza, se non totale quasi”.

La gaffe di Bernardo, Atm: la sanificazione è a pieno regime

Quello che sembra essere sfuggito a Bernardo, è che Atm -dall’inizio della pandemia di Covid- sta già garantendo la sanificazione quotidiana dei mezzi in aggiunta ad un servizio già al massimo del potenziale. L’azienda di trasporti milanese, sul suo sito web, riporta “È a pieno regime la sanificazione diurna di tutti i mezzi con speciali atomizzatori che vengono utilizzati alla fine di ogni corsa principalmente su treni e autobus.

Questi interventi si aggiungono alla sanificazione quotidiana di tutte le superfici di contatto su treni, bus, tram e filobus, di tutte le stazioni e le banchine, con prodotti a base di candeggina e cloro, solventi, etanolo, acido paracetico e cloroformio. Oggi, tra attività notturne e diurne, 400 persone sono impiegate per sanificare i 1.600 mezzi e tutte le 113 stazioni della rete metropolitana”.

Silvia Roggiani contro Bernardo: “ignora che la sanificazione sui mezzi Atm avviene già”

La segretaria metropolitana del Pd, Silvia Roggiani, si scaglia contro Bernardo La destra, con in testa il candidato Bernardo, vive su un altro pianeta. Oggi dispensano consigli sulla sanificazione dei mezzi pubblici, ignorando che questa avviene già quotidianamente in metro, come sui mezzi in superficie”. E aggiunge “Che metropolitane, autobus e tram a Milano siano puliti, più che in altre città italiane, lo hanno certificato anche i Nas che, ad aprile, non hanno ritrovato tracce di virus sulle superfici dei mezzi di trasporto“.

Infine, la critica “Suggeriamo a Bernardo, che anche stavolta non ha risparmiato una brutta figura con la sua impreparazione, di dare qualche consiglio utile ai suoi amici in Regione Lombardia. Dopo un anno e mezzo di errori, ritardi e scelte scellerate nella gestione della pandemia, sono ancora in ritardo, a una manciata di giorni dalla riapertura delle scuole, nella programmazione di azioni per il rientro in sicurezza”. Colpito e affondato.

LEGGI ANCHE: Comunali Milano: i nomi dei candidati che sfideranno Sala

Leggi anche

Contents.media