×

Beppe Sala su Instagram a Trump: “La paura ci protegge dai rischi”

Condividi su Facebook

Beppe Sala su Instagram a Trump: “La paura ci protegge dai rischi”. Il video di Sala è la risposta all'invio di Trump a non aver paura del Covid

beppe sala paura
beppe sala paura

Beppe Sala commenta in un video su Instagram la frase in cui Trump dice di non aver paura del Covid. Secondo il Sindaco invece è necessario avere la giusta paura, per proteggerci dai rischi, interiorizzando le nostre paure per affrontare nel modo giusto la vita al tempo del Coronavirus.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala) in data: 7 Ott 2020 alle ore 1:06 PDT

Beppe Sala su Instagram risponde a Trump

Beppe Sala in un video su Instagram risponde a Trump, che uscito dall’ospedale in cui era ricoverato per Coronavirus, afferma di non aver paura del Covid.

Sono contento per lui!” Afferma Beppe Sala, che ne approfitta per parlare del concetto di paura e di come questa emozione può in realtà essere l’arma giusta per affrontare la vita oggi. “Si rischia di portare il dibatto politico a un confronto tra chi non ha paura e chi ha paura. E così non va bene -afferma Sala-. La paura è un’emozione fondamentale per la nostra vita, perché ci protegge, ci tiene al riparo da rischi, ma è anche vero che noi abbiamo più o meno paura in funzione di quelle che percepiamo essere le nostre capacità, le nostre potenzialità, le nostre difese.” Un’emozione dunque fondamentale per agire con consapevolezza e aumentare la soglia di protezione che in questo caso beneficia la persona in sé e anche il prossimo.

“E’ chiaro che, se sei il Presidente degli Stati Uniti e hai ricevuto le migliori cure del mondo, non hai paura. Ma non puoi non pensare a decine di milioni di americani che non riescono nemmeno a varcare la soglia degli ospedali, se non hanno una carta di credito. Questo è il punto.” Risponde così Sala a Trump e poi conclude:”Io lo dico con franchezza. Io ho paura del Covid, non ho una paura paralizzante perchè sono un uomo nato nel XX secolo e sono abituato ad affrontare razionalmente le difficoltà.

Ma è innegabile che ho paura e non mi permetterei mai di dire io non ho paura. In sintesi- e conclude così- ci vorrà tempo per un vaccino, nel frattempo l’unico vaccino è interiorizzare le nostre paure, essere consapevoli e nel cercare di vivere, perché anche questa è vita ed è una vita che merita di essere vissuta.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche