×

Pista ciclabile a Milano, Salvini: “Ambientalismo da salotto”

Condividi su Facebook

Sarebbe pericolosa e progettata in malo modo la pista ciclabile di Milano secondo il leader della Lega Matteo Salvini.

Anche il leader della Lega Matteo Salvini ha percorso una parte della nuova pista ciclabile di Milano, ma non sembra essere soddisfatto. Così il suo parere negativo si aggiunge ad altri, allungando la catena già abbastanza lunga di critiche. Le conseguenze peggiori, secondo molti, si riversano sul traffico e sulla salute dei ciclisti.

Salvini critica la pista ciclabile di Milano

Su Palazzo Marino si scaglia l’ennesima critica per i lavori delle nuove piste ciclabili. Questa volta è il turno di Matteo Salvini che, dopo aver provato a percorrerla in prima persona, si lascia andare a commenti non positivi. “Viva le biciclette e i monopattini, ma non complichiamo la vita a chi vuole lavorare. Qui siamo di fronte all’ambientalismo radicalchic da salotto. L’emergenza degli italiani è il lavoro“.

Nello specifico si riferisce a quella realizzata in tempo record in Corso Buenos Aires. Si tratta di semplice segnaletica orizzontale, senza alcuna sponda che delimita lo spazio.

Vorrei conoscere – continua Salvini – chi ha disegnato quella pista ciclabile su uno degli assi più trafficati di Milano.

Troppi errori di progettazione: grande rischio per la salute dei ciclisti. Questo è il frutto dell’ambientalismo da salotto fondato su pressappochismo e arroganza”. Nonostante i pareri negativi derivanti da più fonti, il Comune di Milano si dice contento dei risultati. Stando ai numeri divulgati proprio da Palazzo Marino quotidianamente 6.000 persone percorrono la nuova ciclabile. Potrebbe essere quindi un grande traguardo, soprattutto ora che il traffico sta tornando ai livelli prima del Covid-19.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche