×

Fase 2, Sala invoca la protezione della Madonnina sul tetto del Duomo

Condividi su Facebook

In un'inedita diretta sul tetto del Duomo di Milano, il sindaco Beppe Sala ha invocato la protezione della Madonnina per superare al meglio la Fase 2.

beppe-sala-duomo

In collegamento dal tetto del Duomo, il sindaco di Milano Beppe Sala ha svolto una delle sue classiche dirette social rivolgendo un pensiero in concomitanza con l’inizio delle riaperture del prossimo 18 maggio. Nel suo discorso, il primo cittadino della metropoli meneghina ha inoltre lanciato un’invocazione nei confronti della Madonnina, affinché dall’alto possa rivolgere il suo sguardo benevolo sulla città in un momento così difficile come questo.

Fase 2, Beppe Sala in diretta dal Duomo

Nel presentare la diretta, il sindaco Sala ha voluto personalmente menzionare tutti coloro che sono stati loro malgrado protagonisti di questa emergenza sanitaria, dai pazienti fino agli operatori sanitari: “Siamo qui oggi il giorno prima del primo ritorno a una nuova normalità. Siamo qui a ricordare chi non c’è più, chi ha sofferto e chi sta soffrendo per questo virus che ha sconvolto le nostre vite. Siamo qui per essere vicini a tutti coloro che piangono i loro morti o che sono in trepidazione per chi ancora è malato. Siamo qui per ringraziare medici e infermieri, che ogni giorni hanno lavorato sacrificando la loro vita per curare i malati”.

Nel rivolgere poi un pensiero al Duomo di Milano, il primo cittadino ha espresso il proprio pensiero in merito alla futura ripartenza della città: “Perché questa non è solo la nostra cattedrale, non è solo il puro orgoglio di un monumento noto in tutto il mondo e improvvisamente vuoto di fedeli e di turisti. Noi siamo qui perché il Duomo è Milano, è di tutti i milanesi, vecchi e nuovi, stanchi e audaci, è di tutti i milanesi che si apprestano a ricominciare la loro vita tra mille dubbi e incertezze ma con la voglia di ricominciare a costruire il futuro nostro e dei nostri figli a partire da queste guglie”.


Sul finale, Sala ha voluto cogliere un momento per lanciare un piccola invocazione alla Madonnina, affinché possa proteggere Milano dalla guglia più alta della basilica che è dedicata proprio a Santa Maria Nascente: “Domani inizia un’altra delle fasi che comporranno questo ritorno. […] Ci rivolgiamo alla Madonnina che da lassù continua a guardare a tutta la città, per dirle che noi tutti stiamo cercando di fare bene, stiamo provando a riaccendere la città con prudenza, attenzione e cura verso gli altri. Tu non farci mai mancare il tuo sguardo.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche