×

Coronavirus, Beppe Sala ai cittadini: “Il vostro dovere è restare in casa”

Condividi su Facebook

Sala aveva già rimproverato i milanesi per i troppi spostamenti: occorre restare in casa per non vanificare gli sforzi fatti fino a oggi.

coroanvirus beppe sala
coroanvirus beppe sala

Dopo la polemica scoppiata con il governatore Attilio Fontana sull’emergenza coronavirus, il sindaco di Milano Beppe Sala lancia un allarme ai cittadini: “C’è ancora troppa gente in giro”. O meglio: visto l’abbassarsi del numero di contagi registrati in Regione, le persone tendono a uscire di più nonostante le misure restrittive ancora in vigore fino al 13 aprile.

Con un tono ironico ma al tempo stesso serio, Sala ha ricordato che non si sta giocando a “guardie e ladri” e che i controlli nei prossimi giorni saranno serrati. Tuttavia, non è possibile controllare oltre 1 milione di cittadini ed è quindi necessario il senso civico di ciascuno di fronte alla situazione drammatica.

Coronavirus, l’allarme di Beppe Sala

Il sindaco di Milano Beppe Sala aveva già rimproverato i cittadini milanesi per i troppi spostamenti rilevati in città: di nuovo torna a lanciare l’allarme. “C’è troppa gente in giro”, ha detto in un video pubblicato su Facebook. “ognuno deve fare il suo dovere”, ha poi aggiunto, ricordando che dal 23 febbraio il suo dovere è quello di rimanere attento alle esigenze dei cittadini e quello di fronteggiare l’emergenza sanitaria.

“Se il vostro dovere è restare in casa – ha poi aggiunto -, dovete stare in casa”.

“La grande responsabilità in questa crisi sta nella politica, nel sistema scientifico e comunicare in maniera corretta è uno strumento importante”. Dopo le comunicazioni sulla possibile riapertura al 13 di aprile, in seguito slittata al 1 maggio e al 16 maggio: “Si parla troppo”, ha attaccato Sala.

“Poche parole, ma le parole giuste”, ricorda il primo cittadino di Milano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche