×

Coronavirus, a Milano le aziende del turismo scrivono a Beppe Sala

Condividi su Facebook

Il settore del turismo fa appello a Beppe Sala contro la crisi da Coronavirus a Milano: c'è bisogno di una spinta.

Coronavirus a Milano, lettera a Beppe Sala dal settore del turismo
Diverse aziende e start up hanno scritto una lettera a Beppe Sala perché il Coronavirus a Milano non blocchi il settore del turismo

Il Coronavirus è diventato l’incubo peggiore di chi lavora a Milano nel settore terziario. A Beppe Sala è infatti indirizzata una lettera firmata da diverse aziende affinché non ci si lasci affossare da questa epidemia.

Una lettera a Beppe Sala

Aziende firmatarie del documento, Sweetguest, Altido, Italianway e Wonderful Italy: in maggior parte start up che danno lavoro a oltre mille persone, con un giro d’affari da 45 milioni di euro solo nel 2019.

La richiesta per il Sindaco è quella di studiare con urgenza un piano a sostegno di queste realtà che vivono di turismo, perché il suo legame con l’economia e la diffusione culturale del nostro Paese è innato.

“Come accoglienza extra alberghiera, nelle sue tante forme di modelli di business che si sono create nel corso degli ultimi anni, abbiamo ogni giorno un impatto sulla vita economica, culturale e sociale dei quartieri, delle città e territori dove i nostri ospiti dormono, mangiano, visitano e si spostano”, scrivono i portavoce delle aziende che hanno redatto la lettera.

Coronavirus: “Milano non si ferma”

L’avvento di un’epidemia come quella del Coronavirus, faceva già paura quando era limitata alla Cina. In queste settimane abbiamo visto diffondersi sul web, social media e mezzi di comunicazione, immagini da scenario apocalittico: supermercati presi d’assalto, farmacie depredate da mascherine e prodotti igienizzanti, strade vuote per tutta la città e soprattutto in centro.

I milanesi si sono fatti prendere dal panico, hanno bisogno di qualcuno che li prenda per mano, rassicurandoli del fatto che questo virus non rappresenterà un ostacolo per una città così grande e operosa.

Lo stesso Sindaco Beppe Sala ha infatti diffuso un video sui social network, riportante lo slogan “Milano non si ferma”, di stampo motivazionale.

Il settore del turismo con Beppe Sala

C’è grande voglia di ripartire, tutti i settori iniziano a subire gli effetti negativi che questa epidemia sta avendo sulla città.

Realtà come Sweetguest, che offre supporto e promozione ai proprietari di alloggi su diversi livelli con servizi ad hoc per ognuno, e altre importanti aziende del panorama turistico milanese, oltre che italiano, ce la metteranno tutta perché il Coronavirus non contagi anche la nostra economia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche