×

I mercatini della domenica: "Mercatino di Bollate"

Condividi su Facebook

Continua il viaggio di Milano 2.0 nei mercatini milanesi dell'usato, grazie alle foto e alle notizie del nostro Leonardo.
Puntate precedenti:

– La Casbah di San Donato
– Festival Park di viale Puglie
– Il Borsino
– Le Pulci di Portobello
– Pulci e…

non solo

Oggi tocca la mercatino di Bollate. Questo storico mercatino dell'antiquariato e dell'usato viene considerato uno dei importanti della domenica. Nasce nel 1980 su iniziativa di alcuni privati con la collaborazione del comune di Bollate. 

Puntualmente da 27 anni si svolge tutte le domeniche in Piazza Resistenza a Bollate.

L'amministrazione comunale – afferma un ufficiale della polizia locale – è orgoglioso di questo mercatino e l'assessore alle attività produttive Delfino Parlato fa di tutto perchè questo mercatino sia sempre più efficiente e competitivo non solo nell'offerta e nella qualità dei prodotti ma anche nei servizi rivolti alla tutela di chi acquista.

Pochi sono i mercati che si svolgono in area pubblica che possono vantarsi di avere un gruppo di esperti chiamato "Consiglio peritale", che opera su questo mercato di Bollate non solo per verificare il rispetto del regolamento vigente approvato con delibera del consiglio comunale, ma fornisce anche supporto tecnico valutativo e qualitativo agli operatori e interviene nelle controversie che potrebbero sorgere tra venditore e acquirente.

Noi, spiega l'ufficiale locale, facciamo della "trasparenza" il nostro principale punto di forza.

Ogni spazio espositivo è identificato da un cartello di colore diverso, ogni colore contraddistingue la tipologia di prodotto, ad esempio il "verde" identifica la categoria usato, il "rosso" l'antiquariato.

Ogni cartello contiene anche il nominativo dell'operatore. Tutti gli operatori devono possedere la licenza commerciale, ed è proprio a causa delle ferree regole volute dal Comune che negli ultimi tempi si è registrato un abbandono da parte di alcuni espositori ma il risultato registrato, a parere del Colleggio dei Periti, è un netto miglioramento nella qualità degli espositori e della merce esposta. 

Nel nostro giro tra le bancarelle abbiamo fatto alcune domande, fingendoci potenziali acquirenti, ricevendo risposte competenti e disponibilità da parte degli espositori.

L'affare – ci ha detto un simpatico signore che ha aveva appena acquistato un antico accessorio in legno – va visto in funzione di ciò che ti piace e di ciò che ti puoi permettere.

Spesso in questi luoghi si trovano articoli poco diffusi, alcune volte anche difficili da trovare; se vi piace qualcosa tentate di spuntare il prezzo. Spesso l'operazione va a buon fine.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche