×

San Siro, accordo tra il Comune e i club: congelati gli affitti degli anni Covid

Le squadre rinunciano alla sospensiva: congelato fino al giudizio finale il pagamento del canone

San Siro, accordo Comune-club: affitti degli anni Covid congelati

A quanto ammonta il canone di concessione di San Siro durante gli anni della pandemia?

San Siro, accordo Comune-club: attivata fideiussione di 3,7 milioni a testa

Il Comune ha fatto uno sconto di 100mila euro al canone del 2019-2020, ridotto a 7 milioni e 100mila euro, alzando però l’asticella del 2020-2021 di 1 milione e 700 mila euro, portando il canone a 9 milioni e 200mila euro.

Il motivo della decisione deriva dai ricavi del 2020-2021 presentati dai club. Tuttavia, le squadre contestano al Comune di aver conteggiato anche le plusvalenze dei giocatori e i diritti televisivi. Dopo un impegnativo tiro alla fune sono sparite le plusvalenze ma sono rimasti i diritti tv. Pertanto, i club hanno impugnato l’atto e hanno chiesto la sospensiva. Infine, la svolta: Comune e club hanno trovato un accordo. Inter e Milan rinunciano alla sospensiva e il pagamento del canone viene congelato fino al giudizio finale.

Attivata una fideiussione di 3,7 milioni a testa.

San Siro, accordo Comune-club: lo stadio non verrà demolito a colpi di dinamiite

Nella giornata di mercoledì 6 ottobre al Politecnico si è tenuto il terzo incontro del dibattito pubblico, il primo ‘tecnico’. Ovviamente, si esclude la demolizione di San Siro a colpi di dinamite. Patrizia Polenghi, rappresentante di Ceas, ha sottolineato: “Vi posso assicurare che non verrà usata la dinamite e lo stadio non verrà demolito ma decostruito“.

LEGGI ANCHE: San Siro, il dibattito entra nel vivo: cosa è emerso dal secondo incontro

Leggi anche

Contentsads.com