×

Olimpiadi 2026, il sindaco Beppe Sala: “Il piano è pronto”

Il sindaco ha partecipato all'incontro del ciclo "Le città al centro" organizzato dal Gruppo Monrif

Il piano per le Olimpiadi Milano-Cortina 2026 è pronto: l'annuncio del sindaco Sala

Durante l’incontro “Le città al centro. Idee, progetti, storie e futuri possibili” il sindaco Sala si è confrontato sul futuro di Milano con due relatori under 40: l’assessore comunale alla Cultura Tommaso Sacchi e il cantante e produttore discografico Tananai.

Piano Olimpiadi, Sala: “Sono molto attento al fattore generazionale”

All’interno della Sala Fontana del Museo del Novecento si è svolto l’incontro moderato da Agnese Pini, neodirettrice di tutte le testate del Gruppo Monrif: Qn Quotidiano Nazionale, Il Giorno, Il Resto del Carlino e La Nazione. In platea era presente anche Andrea Riffeser Monti, presidente della Monrif e numero uno della Federazione Italiana Editori Giornali. Il primo cittadino ha affermato: “Sono molto attento al fattore generazionale.

Tra le tante caratteristiche di Milano, credo che la principale sia la forza propulsiva dei giovani. Il 30% dei milanesi ha meno di 30 anni. Abbiamo 200 mila studenti universitari. La linfa per il futuro della città c’è. Ma siamo consapevoli che ci sono anche dei problemi. L’abitare a Milano è un problema per chi non ha ancora una sicurezza economica“.

Piano Olimpiadi: il futuro di Milano

In merito al futuro di Milano da qui al 2026, Beppe Sala ha già in mente dei progetti in vista delle Olimpiadi: Avremo quattro nuovi musei: il raddoppio del Museo del Novecento, il Museo di Arte Digitale, il Museo della Resistenza e, a settembre, il Museo Etrusco.

Oltre al Parco Archeologico. Ma non solo. I grandi sviluppi urbanistici non saranno più in centro, ma in periferia“.

Sul tema sicurezza Sala ha assicurato che entro dicembre verranno assunti altri 120 agenti.

LEGGI ANCHE: Sicurezza, a Milano arrivano 260 nuovi vigili e nuove telecamere

Leggi anche

Contents.media