×

A Milano esordisce la prima squadra di calcio femminile multietnica

Condividi su Facebook

Il Municipio 3 ospita il progetto "Palla al centro".

Squadra femminile multietnica

Il 17 giugno, alle ore 17:30, presso l’impianto sportivo Scarioni di via Tucidide, è scesa in campo per il suo primo allenamento la YouSport Women FC: la prima squadra di calcio femminile multietnica di Milano.

Calcio femminile: la squadra

La squadra è formata da 22 ragazze di età media 20 anni.

Marocchine, egiziane, siriane, sudamericane, italiane. L’idea di formare questa squadra è partita da Daria Colombo -delegata del sindaco alle Pari opportunità di genere e l’associazione YouSport- Si ringrazia anche il lavoro di inclusione orientato da Centro Milano Donna

Calcio femminile: parla Daria Colombo 

Municipio 3 apre le danze: via libera con le convocazioni dalle parti di Città Studi. C’è chi giocherà col velo e chi arriverà con i bambini: sarà necessario improvvisare un servizio di baby-sitting a bordo campo.

Daria Colombo afferma Ci piacerebbe un pezzetto alla volta formare tante squadre, per dare vita a un campionato vero e proprio nel segno della parità di genere e economica. A un torneo multietnico da organizzare l’anno prossimo, sperando che qualche sponsor voglia partecipare alla sfida. Vogliamo offrire qualcosa di nuovo a donne che si sentono fuori da certi circuiti: la velocità con cui tante ragazze hanno raccolto il nostro appello ci conferma che siamo su una strada giusta”. 

Calcio femminile: l’allenatrice Jo Borella

Ad allenare le ragazze del YouSport Women Fc ci penserà l’esperta Jo Borella. La Colombo prosegue “Un progetto portato avanti da persone straordinarie rappresenta un altro passo importante per le donne, soprattutto per quelle provenienti da contesti sociali di fragilità, sia dovuti a percorsi migratori, sia a difficoltà socio-economiche. Una dimostrazione della volontà di inclusione della nostra città anche attraverso lo sport“.

Calcio femminile: il commento di Lorenzo Lipparini 

La squadra è composta per due terzi da giocatrici straniere. Lorenzo Lipparini assessore alla Partecipazione e Cittadinanza attiva- dichiara “Mi congratulo con coloro che hanno lavorato a questo progetto. I valori dello sport, in primis il rispetto dell’avversario, favoriscono in modo straordinario l’integrazione, il dialogo interculturale e la costruzione di quel senso comune di appartenenza e partecipazione fondamentali per la crescita e il benessere della nostra comunità”. 

LEGGI ANCHE: Il Piccolo Teatro: riapertura al pubblico con “Ladies football club”

Leggi anche

Contents.media